Era un sabato sera qualunque ma un drammatico incidente stradale lo ha trasformato in una tragedia. Giulia Carfora, 25 anni, ha perso la vita in un terribile incidente stradale. È successo a Santa Maria a Vico sul cavalcavia dell’Appia intorno all’una di notte.

Non è ancora chiaro cosa sia successo. Giulia viaggiava sulla sua Panda con una cugina diretta ad Arienzo, come riportato da Caserta News. All’improvviso, per motivi ancora in accertamento, si è scontrata con un’atra vettura. All’arrivo dei soccorsi per la giovane non c’era già più nulla da fare. Giulia aveva perso il fidanzato tre anni fa in un incidente stradale. Su Facebook una pioggia di messaggi, ricordi e pensieri di tanti amici e parenti che esprimono il loro dolore per la drammatica perdita.

Una foto ritrae i due fidanzati morti in due diversi incidenti stradali a distanza di anni: “Il destino vi ha voluti assieme. Due angeli in paradiso”. Giulia era molto conosciuta e amata in paese e sui social tanti messaggi la ricordano: “E’ un giorno tristissimo, sei stata e sarai sempre la mia seconda figlia. L’amica del cuore di mia figlia. Mi hai strappato il cuore. Spero che tu possa stare in un posto migliore ma il tuo posto era ancora qui sulla terra. Ciao Giulia”. E ancora: “Addio Giulia ora sei tra le braccia di mamma, tuo fratello e il tuo fidanzato”.

“Una ragazza sempre sorridente che nonostante tutto amava la vita. Ti ricorderemo sempre per la tua dolcezza piccola”. Un’amica dice: “Sei diventata davvero un angelo ma lo eri in realtà nonostante tutto quello che hai dovuto affrontare. Ti ricorderò sempre con quel sorriso dolce che non mi negavi mai quando arrivavi al negozio. La tua mamma ti ha di nuovo fra le sue braccia”.
La salma è stata trasferita all’ospedale di Caserta per l’autopsia. Solamente dopo che il corpo sarà liberato si potrà procedere ai funerali.

Giornalista professionista e videomaker, ha iniziato nel 2006 a scrivere su varie testate nazionali e locali occupandosi di cronaca, cultura e tecnologia. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Tra le varie testate con cui ha collaborato il Roma, l’agenzia di stampa AdnKronos, Repubblica.it, l’agenzia di stampa OmniNapoli, Canale 21 e Il Mattino di Napoli. Orgogliosamente napoletana, si occupa per lo più video e videoreportage. E’ autrice del documentario “Lo Sfizzicariello – storie di riscatto dal disagio mentale”, menzione speciale al Napoli Film Festival.