Guerra del m…“. E’ il coro lanciato da centinaia di persone durante il concerto in Russia della band rock Kiss Kiss. Sui social il video della protesta contro “l’operazione militare speciale” lanciata dal presidente Vladimir Putin lo scorso 24 febbraio è diventato in poche ore virale. Secondo i media indipendenti locali, il concerto si è svolto venerdì scorso, 20 maggio, nella città di San Pietroburgo.

I Kiss Kiss nelle scorse settimane si sono già schierati contro la guerra anche se, al momento, non hanno commentato il coro partito durante la loro esibizione. A rilanciare il filmato sui social anche Lyubov Sobol, avvocatessa e politica 34enne vicinissima al nemico numero uno di Putin, Alexiei Navalny, che ha ottenuto oltre 1,6 milioni di visualizzazioni su Twitter.

Dopo la protesta, adesso si temono ripercussioni per la band. In Russia vige la censura da inizio marzo e chi diffonde notizie false sull’operazione militare speciale va incontro a pene severe. La settimana scorsa un video della band Ddt nella città di Ufa, negli Urali, è stato largamente condiviso sui social: mostra il cantanteYuri Shevchuk, che grida al pubblico: “Patria, cari amici, non è il c… del presidente che dovete leccare e baciare sempre. E’ quello della povera vecchia che vende le patate alla stazione“. Gli spettatori hanno applaudito con calore il cantante. Si è poi appreso che Shevchuk è indagato con l’accusa di aver screditato le forze armate russe.

Redazione