E’ stato svelato il testamento del principe di Edimburgo scomparso lo scorso aprile all’età di 99 anni. Il Duca ha lasciato un’eredità di 43 milioni di dollari. Il principe Filippo è entrato a Buckingham Palace 75 anni fa e quando al potere c’era Re Giorgio, il giovane principe aveva sul conto corrente poco più di 30 sterline. E’ morto lasciando un eredità di 30 milioni di sterline.

Ovviamente la maggiore beneficiaria è la moglie, la Regina Elisabetta. Subito dopo di lei ci sono i figli e i nipoti, incluso Harry che nonostante la lite e la rottura con la famiglia reale, riceverà parte dei ricordi del nonno al quale era molto legato. Per quanto riguarda il principe Harry e la “Megxit” sono molti i rumors che stanno girando in Inghilterra in questi giorni. Alcuni dicono che il nonno Filippo non sapeva nulla di tutto ciò che stava succedendo. La famiglia ha volutamente tenuto all’oscuro il duca della questione siccome durante il periodo dell’intervista a Oprah Winfrey, il principe era stato da poco operato al cuore.  Invece, ai suoi quattro figli, il principe Carlo, la principessa Anna, il principe Andrea e il principe Edoardo, è stato detto che possono prendere ciò che vogliono dalla famosissima collezioni di libri che il papà aveva.

La cosa sorprendente non è tanto la cifra lasciata dal principe e l’eredità che ha donato alla sua famiglia, ma lo strappo alla regola il principe ha espresso come sua ultima volontà. Si tratta della generosità che il principe Filippo ha avuto nei riguardi del suo staff che per ben 99 anni l’ha accompagnato nelle decisioni in maniera fedele e leale, gli è stato vicino durante le cure e non l’ha mai abbandonato nei 75 anni del “regno d’ombra” come una vera e propria famiglia fa.

Come ha rilevato il giornale inglese The Sun nel testamento, a differenza degli altri royal, il Duca ha espresso la sua volontà di donare i suoi averi anche al suo segretario privato, il brigadiere Archie Miller Bakewell, il suo paggio William Henderson e il cameriere Stephan Niedojadlo.

A confermare tutto ciò è stato un “insider” di Buckingham Palace mentre un portavoce ha rifiutato di confermare il contenuto del testamento. “Questa è una questione personale per la famiglia e in quanto tali accordi sono privati”, ha detto il palazzo in una dichiarazione.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia