La variante Omicron è già sbarcata in Italia. Quello che inizialmente era stato annunciato solo come un ‘sospetto’ dalla Regione Campania è stato confermato dall’Istituto superiore di sanità. 

Il genoma è stato sequenziato presso il laboratorio di Microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle Bioemergenze dell’Ospedale Sacco di Milano da un campione positivo di un soggetto proveniente dal Mozambico.

 Il paziente, residente in Campania, così come i suoi contatti familiari, è in buone condizioni di salute. L’uomo, vaccinato con due dosi, è rientrato in Italia alcuni giorni fa dal Mozambico con un aereo atterrato a Roma: dallo scalo della Capitale in auto si è quindi diretto a Caserta, dove vive assieme alla sua famiglia.

Dovendo quindi ripartire per l’Africa sempre per motivi di lavoro, il manager di una multinazionale si è presentato all’aeroporto di Milano sottoponendosi al test prima dell’imbarco, risultando poi positivo al Coronavirus e alla sua variante Omicron. A quel punto il professionista è stato posto in isolamento, così come il resto del suo nucleo familiare.

L’Istituto superiore di sanità ha aggiunto che “sono già stati programmati i sequenziamenti sui campioni dei contatti familiari del paziente risultati positivi e residenti nella regione Campania, i cui laboratori sono stati allertati e stanno gia’ lavorando per ottenere in tempi brevi i risultati genomici”.

L’ISS in una nota sottolinea che “nell’ambito delle attività di sequenziamento genomico Sars-CoV-2 della rete coordinata dall’Istituto è stata identificata una sequenza nella piattaforma ICoGen riconducibile a quella nota ora come variant of concern (Voc) e definita ieri dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) come “Omicron“.

Il campione “è in fase di ulteriore conferma per avere l’assegnazione definitiva del lignaggio che per questa Voc è il B.1.1.529. La possibilità di identificare rapidamente la nuova sequenza e di dare inizio immediatamente alle attivita’ di contact tracing – afferma l’Iss – è stata ottenuta grazie alla presenza di alert sulla piattaforma Icogen che hanno riconosciuto immediatamente la presenza di alcune mutazioni chiave dimostrando l’efficienza della rete italiana di sequenziamento all’operato rapido e efficiente del laboratorio della Asst Fbf-Sacco“.

Al momento, fa sapere l’Istituto superiore di sanità, non sono stati identificati contatti positivi in Lombardia del paziente della Campania in cui è stata identificata una sequenza riconducibile alla variante Omicron.

Sulla questione era intervenuto, quando il caso era solo ‘sospetto’, anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. Il governatore ha sottolineato come “sono state tempestivamente adottate tutte le necessarie misure precauzionali” e che questo episodio “ci invita ancora una volta a completare tutti il ciclo di vaccinazione e ad avere comportanti ispirati alla massima prudenza, a cominciare dall’uso della mascherina che in Campania, è giusto ricordarlo, è rimasto obbligatorio da sempre nei luoghi chiusi e all’aperto dove non è garantito il distanziamento“.

LA VARIANTE NEL RESTO DEL MONDO – Attualmente casi di variante Omicron sono già stati accertati in Sudafrica, Botswana, Hong Kong e Israele, mentre in Europa la variante è già arrivata in Inghilterra, Germania e Belgio. Si attendono ancora invece i risultati dei 61 passeggeri (su 600) rientrati venerdì in Olanda con due voli proveniente dal Sudafrica: sono in corso gli esami di sequenziamento per attestare la presenza della nuova variante.

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia