Il leader della Lega Matteo Salvini accoglie la proposta lanciata dal Riformista e dal direttore Piero Sansonetti, e rivolta al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, di nominare il generale Mario Mori senatore a vita dopo la persecuzione giudiziaria nel processo sulla trattativa Stato-Mafia.

“Il generale Mario Mori senatore a vita. Appoggio di cuore – sottolinea Salvini –  la proposta avanzata dal quotidiano Il Riformista. Anni e anni di accuse infondate, di calunnie e di sofferenza non potranno essere cancellati, ma l’onore e la riconoscenza al generale ed all’Arma tutta, da sempre in prima fila nella lotta (vera) alle mafie, devono essere tributati”.

Redazione