Una folla impressionante di milioni di persone ha invaso le strade di Teheran per i funerali del generale Soleimani, ucciso a Baghdad in un blitz Usa. La bara è stata accolta dalla Guida suprema iraniana, l’Ayatollah Ali Khamenei che ha guidato la cerimonia funebre del generale “martire” tenutasi all’università.

La processione è stata trasmessa in diretta dalla televisione di Stato che ha ripreso la folla chiedere vendetta per l’uccisione di Soleimani e gridare slogan contro gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e Israele. Il numero uno dei Pasdaran sarà sepolto nella sua terra natale, Kerman, il prossimo martedì.

“Se gli Stati Uniti non ritirano le forze dalla regione, affronteranno un altro Vietnam”. E’ quanto dichiara Ali Akbar Velayati, consigliere del leader iraniano Ali Khamenei, citato da Farsnews. “Nonostante le vanterie dell’ignorante presidente degli Stati Uniti, l’Iran intraprenderà un’azione di ritorsione contro la stupida mossa degli americani che li farà pentire”, ha aggiunto. “L’esperienza – sottolinea – ha dimostrato che sono sempre stati sconfitti dai piani fatti dall’Iran e dall’asse di resistenza”.