In tre agiscono a bordo di uno scooter di grossa cilindrata. Uno resta alla guida, gli altri due scendono e, con il volto coperto e armati di pistola, rapinano le attività commerciali della zona compresa tra i quartieri napoletani di Fuorigrotta e Bagnoli. Una escalation di colpi, almeno tre quelli messi a segno negli ultimi giorni, durante il periodo pre-natalizio segnato dall’emergenza coronavirus. Colpi sui quali sono in corso le indagini del Commissariato San Paolo di Napoli.

L’ultimo episodio è avvenuto lunedì 14 dicembre intorno alle 19.20. Nel mirino il negozio di giocattoli “New Toys” presente in via Diocleziano. I due banditi hanno puntato l’arma contro i dipendenti facendosi consegnare l’incasso di circa 700 euro. Poi sono scappati via a bordo dello scooter guidato dal complice. Si sono vissuti attimi concitati per le strade della città partenopea.

Pochi minuti dopo, prima delle 20, la polizia, che in questo periodo natalizio ha intensificato i controlli mirati ai servizi anti-rapina, ha intercettato uno scooter con più persone a bordo dando vita a un inseguimento protrattosi fino a viale Gramsci, nel quartiere Chiaia. Strada imboccata contromano dal mezzo di grossa cilindrata che è riuscito a ‘bruciare’, almeno per il momento, volanti e moto degli agenti di polizia.

Tornando alla zona di Bagnoli e Fuorigrotta, negli ultimi giorni si sono verificate altre rapine a un distributore di carburanti presente in via Terracina e a una tabaccheria in via Carafa.

 

Giornalista professionista, nato a Napoli il 28 luglio 1987, ho iniziato a scrivere di sport prima di passare, dal 2015, a occuparmi principalmente di cronaca. Laureato in Scienze della Comunicazione al Suor Orsola Benincasa, ho frequentato la scuola di giornalismo e, nel frattempo, collaborato con diverse testate. Dopo le esperienze a Sky Sport e Mediaset, sono passato a Retenews24 e poi a VocediNapoli.it. Dall'ottobre del 2019 collaboro con la redazione del Riformista.