“Non dia soldi a italiani e spagnoli”. “No, no. Ne prendo nota”. Botta e risposta tra un netturbino e il premier olandese Mark Rutte sugli aiuti richiesti da diversi paesi dell’Unione Europea in seguito all’emergenza coronavirus.

Da settimane è in corso un vero e proprio braccio di ferro per ottenere misure economiche meno stringenti per consentire una ripresa più agevole dopo questi mesi di blocco totale. Da una parte Olanda e Germania rappresentano i Paesi europei inflessibili a consentire strumenti di debito comune più agevoli per la ripresa dell’economia, dall’altra le nazioni più esposte alla pandemia: Italia e Spagna in primis ma anche Francia, Lussemburgo, Belgio, Grecia, Portogallo, Irlanda e Slovenia.

Lo scontro è sull’introduzione degli eurobond che non piacciono a Germania e Olanda. Una situazione di costante tensione che può essere sintetizzata con il filmato che vede protagonista il netturbino e il premier olandese Rutte.

“Mi raccomando, non dia i soldi agli italiani e agli spagnoli” suggerisce l’uomo al premier che risponde con il pollice all’insù: “No, no. Ne prendo nota”.