E’ sicuramente un parto da record quello avvenuto martedì in Marocco. Halima Cisse, una ragazza di 25 anni ha dato alla luce ben nove gemelli. Halima era stata trasferita dal Mali in Marocco per la sua situazione clinica.

Dopo una degenza di due settimane nell’ospedale Point G Hospital nella capitale del Mali, Bamako, i medici del posto hanno preso la decisione di trasferire la signora Cisse in Marocco il 30 marzo. Così Halima in tutta sicurezza, è stata trasferita in aereo in Marocco, su istruzione di Bah Ndaw, presidente ad interim del governo di transizione del Mali.

Inoltre, i medici pensavano di dover far nascere “solo” sette gemelli, quelli che si vedevano dai risultati delle ecografie effettuate sia in Mali che in Marocco. Ma al momento del cesareo hanno scoperto che dai controlli di routine con gli ultrasuoni non avevano notato che in realtà i bambini non erano sette ma nove.

Sono nati in perfetta salute cinque femmine e quattro maschi. E’ estremamente raro che una donna riesca a dare alla luce nove gemelli. Di solito per i parti plurigemellari ci sono sempre delle complicazioni e alcune volte anche dopo il parto alcuni bambini non riescono a sopravvivere.

Il Ministro della salute del Mali Fanta Siby, si è congratulato con le equipe mediche di entrambi i paesi per il “felice esito”, sia i neonati che la mamma stanno bene. La neomamma, insieme ai suoi nove figli, tornerà a casa entro qualche settimana. Il primo caso di parto plurigemellare risale al 1971 quando a Sydney la 29enne Geraldine Brodrick diede alla luce nove gemelli ma nessuno dei cinque maschi e quattro femmine riuscirono a sopravvivere.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia