Una Roma più sicura. Senza dubbio più vigilata. Almeno dalle telecamere. La Capitale, che vantava già il record europeo di occhi elettronici, alza ancora di più la soglia della  sorveglianza da grande fratello. A sottolinearlo, con un post sulla sua pagina Facebook, è stata la sindaca Virginia Raggi: «Negli ultimi due anni a Roma abbiamo installato 460 telecamere per potenziare i controlli in tutta la città. Lo abbiamo fatto in 160 aree. Si tratta di luoghi strategici per la sicurezza di tutti, per esempio dei nostri ragazzi».
SCUOLE SICURE
«Solo nelle scuole, infatti, abbiamo posizionato 43 telecamere in 33 istituti diversi per contrastare il fenomeno dello spaccio di droga. Abbiamo poi installato ‘foto-trappolè in diversi punti della città per pizzicare gli zozzoni che sversano illegalmente rifiuti sulle nostre strade – spiega la sindaca -. Altri impianti di video sorveglianza si trovano invece nelle prossimità dei campi rom per prevenire il fenomeno dei roghi tossici e tutelare la salute dei cittadini. Anche nelle piazze, nei giardini e in alcuni playground sono state installate telecamere per garantire la sicurezza e la tranquillità a chi li frequenta. Tutti gli impianti sono collegati alla Sala Sistema Roma gestita dalla Polizia locale di Roma Capitale», conclude Raggi.

Sofia Unica