L’atteso faccia a faccia tra Matteo Renzi e Giuseppe Conte salta. Il vertice in programma alle 13 a Palazzo Chigi sulla verifica di Governo, chiesto a gran voce dall’ex premier e leader di Italia Viva che sulla cabina di regia per il Recovery Fund ha più volte minacciato la crisi di governo, non si terrà.

Un colpo di scena arrivato questa mattina, quando Italia Viva ha fatto sapere al presidente del Consiglio di non poter partecipare all’incontro previsto alle 13 per l’assenza di Teresa Bellanova, la ministra renziana impegnata a Bruxelles per il Consiglio europeo.

Vertice dunque spostato a mercoledì o addirittura giovedì, col governo e la maggioranza che resta sulle spine e ‘appesa’ alla decisione di Matteo Renzi. Nella chat interna di Italia Viva Renzi avrebbe spiegato ai suoi di non volere andare a Palazzo Chigi “senza la capo delegazione perché questa discussione non è un fatto personale e allo stesso tempo non mi sembra logico che un ministro salti un appuntamento europeo importante”.

Sempre l’ex premier di Rignano sull’Arno ai suoi chiarisce i punti del confronto con Conte: “Noi chiediamo di parlare di politica e di Recovery fund, non di rimpasto e poltrone come naturalmente da giorni vogliono far credere le veline di Palazzo. E andremo a dire al premier – con le due ministre presenti – che noi facciamo politica se possiamo portare avanti le idee, non per difendere due poltrone”.

Concetto ribadito nella consueta eenews del leader di Italia Viva, in cui Renzi scrive che il partito “sta facendo una battaglia per le idee, non per le poltrone, all’incontro verranno anche le ministre, che sono pronte a rimettere il mandato, se serve. Perché chi dice che noi facciamo confusione per avere mezza poltrona in più deve prendere atto che noi siamo l’unico partito che è pronto a rinunciare alle poltrone, non a chiederle”, sottolinea l’ex premier.

Nelle prossime ore è attesa dunque la contromossa di Conte, che dovrebbe convocare un nuovo incontro tra le parti tra domani e giovedì per capire se è possibile ricucire il rapporto con Italia Viva e fin dove si vorrà spingere Renzi, se davvero è pronto a far cadere il governo in piena pandemia.

Avatar photo

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia