L’hanno chiamata “rana di cioccolato” a causa del suo colore marrone che ricorda proprio uno degli alimenti più amati al mondo. È la nuova scoperta effettuata da un team di scienziati australiani. Per tutti i fan di Harry Potter, questa nuova specie ricorderà molto le cioccorane presenti nei film ispirati ai libri di J. K. Rowling con l’unica differenza che le rane di cioccolato esistono veramente e sono state trovate nelle foreste pluviali della Nuova Guinea.

La rana di cioccolato appartiene alla specie delle raganelle, note per il loro colore verde e il “parente più prossimo” alla nuova specie è la raganella verde australiana o anche conosciuta Litoria caerulea. Le due specie, nonostante i colori diversi, sono molto simili. Il nome scientifico della rana di cioccolato è Litoria Mira. A scrivere della nuova specie è stato l’esperto Paul Oliver del Center for Planetary Health and Food Security del Queensland Museum che ha commentato l’incredibile scoperta nell’articolo pubblicato sulla rivista Australian Journal of Zoology.

Non a caso la rana di cioccolato e la raganella verde australiana sono paranti. L’Australia e la Nuova Guinea 2,6 milioni di anni fa erano collegate via terra. Gli scienziati australiani hanno scoperto una delle rane nel 2016, secondo il documento, e pensano che l’animale potrebbe essere diffuso in tutta la Nuova Guinea.

Oggi, la Nuova Guinea è dominata dalla foresta pluviale, mentre l’Australia settentrionale è principalmente savana. La Litoria caerulea si trova nell’Australia settentrionale, orientale e in Nuova Guinea.

Abbiamo chiamato questa nuova specie di rana Litoria Mira, che significa sorpresa o strana in latino, perché è stata una scoperta sorprendente trovare un parente trascurato del noto e comune albero verde dell’Austalia che vive nelle foreste pluviali della pianura della Nuova Guinea“, ha detto il dottor Oliver.
Risolvere l’interscambio biotico tra queste due regioni è fondamentale per capire come i tipi di habitat della foresta pluviale e della savana si sono espansi e contratti nel tempo di entrambi. Le stime sulla divergenza delle nuove specie nel nostro studio mostrano che nel Pliocene (da 5,3 a 2,6 milioni di anni fa) c’era ancora connettività tra le due specie negli habitat tropicali di pianura dell’Australia settentrionale e della Nuova Guinea“, ha aggiunto.

Laureata in relazioni internazionali e politica globale al The American University of Rome nel 2018 con un master in Sistemi e tecnologie Elettroniche per la sicurezza la difesa e l'intelligence all'Università degli studi di roma "Tor Vergata". Appassionata di politica internazionale e tecnologia