A tre settimane dal voto alle amministrative per il comune di Napoli il candidato Gaetano Manfredi stacca tutti ma forse non abbastanza per vincere al primo turno, Catello Maresca è doppiato e Antonio Bassolino resta stabile rispetto alle ultime rilevazioni del 20 giugno ma precede tutti per popolarità. È quanto emerge dal sondaggio condotto tra l’8 e il 10 settembre da Arcadia-Winpoll per Il Mattino. Di certo bocciato seccamente Luigi de Magistris, il sindaco uscente candidato alle regionali in Calabria: per il 49% degli intervistati la qualità della vita è crollata negli ultimi cinque anni, per il 37% è rimasta invariata e per il 14% è migliorata.

Il rilevamento effettuato per Il Mattino non ha tenuto conto di alcune liste, come quella della Lega, Prima Napoli, in appoggio a Maresca che potrebbero essere escluse. Il risultato del ricorso al Tar arriverà giovedì prossimo. In attesa dell’esito del ricorso per una lista c’è anche Alessandra Clemente, ex assessore di de Magistris. Manfredi, secondo i dati, vincerebbe con qualsiasi avversario anche al ballottaggio. Con qualche difficoltà in più forse con Bassolino che potrebbe convogliare i voti anche della destra.

Per quanto riguarda i partiti guida il Partito Democratico, segue il Movimento 5 Stelle e restano indietro Fratelli d’Italia e Lega. A 21 giorni dall’apertura delle urne Manfredi è al 47%, Maresca al 21,1%, Bassolino al 17,3%, Clemente scende al 9,7%. Il Mattino fa notare lo scarto tra la popolarità del candidato e le intenzioni di voto. Bassolino, ex sindaco ed ex Presidente della Campania, nella “conoscenza dei candidati” è al 96%, segue Manfredi al 72%, Clemente al 67% e solo quarto Maresca al 61%.

Alla voce della fiducia politica Manfredi si piazza di nuovo primo al 53%, seguito da Bassolino al 46%, Maresca al 44% e la Clemente al 32%.
Le coalizioni: centrosinistra al 46,5%, centrodestra al 22,2%, coalizione Bassolino al 15,9%, Clemente al 10,9%. Crolla il centrodestra: a giugno le tre forze principali del centrodestra, Fi, Fdi e Lega stavano rispettivamente al 7,3%, 10,9% e 6,7%. Oggi Fi è al 5,6%, Fdi al 7,4% e la Lega al 2,9%. Scendono anche Pd e M5s, dal 19% e 16,2% al 18,7% e 15,5%. Le civiche di Manfredi al 7,7%, quelle di Maresca al 6,3%. Bassolino e le civiche passa dal 14,8% al 12,7%. Azione di Carlo Calenda, alleato dell’ex sindaco, è al 3,2%. Clemente con le sue civiche tre mesi fa era al 13,5%, oggi al 9,1% a cui si aggiunge Potere al popolo con l’1,8%.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.