Da avversari si sono incrociati diverse volte, contendendosi i titoli nazionali nella stagione 2008/09 e 2009/10, quando Inter e Roma erano le squadre che primeggiavano in Italia, dividendosi campionato e coppa, prima del trionfo del Milan e il successivo inizio del dominio decennale della Juventus. Ma già all’epoca, Totti e Mourinho si stimavano molto. In un’intervista a Sky Sport (andata in onda a dicembre 2011), l’allora capitano giallorosso rispose così alla domanda se gli sarebbe piaciuto essere allenato dal tecnico portoghese: “Mi sarebbe piaciuto lavorare con lui. Conosco dei giocatori che ci hanno lavorato e mi hanno detto che è una persona oltre che un professionista di alto livello. È un tecnico che dà tanto”.

La notizia ha mandato in delirio i tifosi, che già sognano un tandem sulla panchina della loro squadra e un rientro del “Pupone” in società. “Siamo lieti ed emozionati di dare il benvenuto a José Mourinho nella famiglia dell’AS Roma”, hanno dichiarato il presidente Dan Friedkin e il vicepresidente Ryan Friedkin.

Tra le curiosità che i sostenitori della Roma iniziano a cercare c’è anche la sua nuova abitazione nella Capitale. Iniziano già a trapelare le prime indiscrezioni: Mou nei primi mesi si trasferirà e vivrà all’interno di Trigoria mentre i suoi factotum stanno già scandagliando il mercato immobiliare romano. In pole per andare a vivere c’è sicuramente Casal Palocco: feudo storico dei giocatori giallorossi anche per la vicinanza con Trigoria. Tra le ville attenzionate c’è quella di proprietà di Marco Delvecchio e una di Totti.

Redazione