È stato rintracciato e bloccato dalla polizia. Sarà denunciato per lesioni gravi il 16enne capoverdiano che sarà accusato di aver accoltellato un 15enne che ora lotta tra la vita e la morte. L’ennesimo episodio di violenza tra giovanissimi nella serata di ieri a Roma, in viale Giulio Cesare, quartiere Prati, non lontano dalla fermata della metropolitana Lepanto.

Il 15enne lotta tra la vita e la morte. L’Ansa ricostruisce che è stato colpito da una coltellata al braccio. Anche lui è di origini capoverdiane. È stato trasportato all’ospedale Bambino Gesù dove versa ancora in gravissime condizioni. La violenza è esplosa al culmine di una lite che si era scatenata, a quanto risulta al momento, per futili motivi.

Il 16enne è stato rintracciato dopo che si era allontanato dal luogo dell’aggressione con altri tre amici. Da accertare le sue responsabilità. Sul caso lavorano gli agenti del commissariato Prati e della Squadra Mobile che sono al lavoro per ricostruire l’esatta dinamica di quanto avvenuto.

La vittima dell’accoltellamento è stata ferita profondamente al braccio con una pugnalata. All’ospedale è stata trasportata in codice rosso e operata d’urgenza. Il 16enne è stato rintracciato qualche ora dopo l’episodio, poco dopo mezzanotte. Non è escluso che le forze dell’ordine possano acquisire le telecamere di sorveglianza della zona per ricostruire con più precisione la dinamica dell’accaduto.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.