La notte a ridosso delle celebrazioni del 256 aprile a Napoli è stata all’insegna di numerose violenze a Napoli. Non solo l’accoltellamento di un 38enne di Pianura nel cuore del centro storico cittadini, ma anche due risse tra giovanissimi, prima tra via San Pasquale e via Filangieri, nel quartiere napoletano di Chiaia, la seconda tra il teatro San Carlo e via Toledo a Montecalvario, a ridosso della stessa area.

Secondo quanto riportato dall’Agi, a essere protagonisti dell’ennesima serata di violenze durante la movida sono gruppi di giovanissimi. La prima lite segnalata è scoppiata alle 22. Ad affrontarsi un gruppo di ragazzini del quartiere. Pugni e calci quasi certamente per una ragazza contesa. Nessun ferito, e diversi passanti hanno provato a placare gli animi.

La seconda rissa invece ha coinvolto anche qualche maggiorenne. Secondo quanto ricostruito dall’Agi due gruppi, uno dei Quartieri Spagnoli e uno della vicina piazza Dante, si sono affrontati dopo aver preso un ‘appuntamento’ via chat. Qualcuno ha usato anche mazze da baseball. Un raid che ha visto due ragazzi riportare ferite al volto; il motivo della rissa sarebbe da ricercare nella divisione della zona da parte delle due babygang. Nessuna denuncia al momento è arrivata alle forze dell’ordine.

Poco più distante, in via San Sebastiano, intorno alle 2, un 38enne del quartiere di Pianura è stato ferito al braccio sinistro con una coltellata. L’uomo sarebbe fuori pericolo di vita. Il copione sembra essere sempre lo stesso. Una lite è scoppiata all’improvviso per motivi ancora da chiarire. Prima le grida, poi la rissa conclusasi con la comparsa di un coltello. Il 38enne di Pianura è stato colpito a un braccio. I carabinieri del nucleo radiomobile di Napoli sono intervenuti nell’ ospedale vecchio Pellegrini dove era stato trasportato in ambulanza. Secondo una sommaria ricostruzione ancora tutta da verificare, l’uomo avrebbe avuto una discussione con quattro persone in via San Sebastiano, nel centro della città. Durante la lite, i motivi sono ancora da chiarire, uno dei quattro lo avrebbe colpito con un coltello. Il 38enne è stato dimesso con una prognosi di 10 giorni. Indagini in corso per chiarire dinamica.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.