Colpo di scena a due giorni dalla finale dell’Europeo di calcio che si terrà a Wembley, in Inghilterra, tra i padroni di casa e l’Italia.

Il Centro tecnico di Coverciano, dove gli Azzurri si stanno allenando in vista dell’atto conclusivo della manifestazione, resta chiuso per precauzione a causa della positività al Covid di alcuni giornalisti e tecnici Rai al seguito della Nazionale, al rientro dalla trasferta londinese per la partita contro la Spagna.

Si tratta del telecronista Alberto Rimedio e di due tecnici della tv pubblica. Rimedio era a Wembley martedì per commentare la semifinale dell’Italia contro la Spagna, vinta ai rigori.

Al momento non vi sarebbero timori per l’eventuale contagio di calciatori o staff della Nazionale: i contatti tra questi e la Rai sono sempre avvenuti rispettando le misure precauzionali, trae mantenimento della distanza e l’uso della mascherina, con nessun positivo emerso all’interno della bolla fino ad oggi.

La Rai ha ovviamente attivato i controlli attraverso tamponi molecolari per tutti i componenti del gruppo di giornalisti e tecnici che sta seguendo la fase finale degli Europei.

Quanto alla Rai, la tv pubblica dovrà decidere chi commenterà la partita al posto di Rimedio, che ovviamente dovrà restare in isolamento. Al suo posto in pole per la sostituzione c’è Stefano Bizzotto, che in coppia con Manuel Pasqual ha commentato diverse partite dell’Europeo in corso. Sembra infatti improbabile l’approdo in tv di Francesco Repice, voce della Nazionale su Radio Rai che in questo mese ha fatto emozionare col suo racconto ‘sentito’ delle partite degli Azzurri.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.