“Caro Babbo Natale, ti scrivo per un bimbo di soli 6 anni che sogna da tempo un regalo che purtroppo la mamma e il papà non possono comprargli…”. “Caro Babbo Natale, ti scrivo per due bimbi figli di una coppia che prima del Covid si arrabbattavano facendo vari lavori, da mesi non riescono ad arrivare nemmeno a fine mese…”

Babbo Natale viaggia sulla mail della solidarietà. Quella impostata da un gruppo di professionisti di Castellammare di Stabia e della Costiera che hanno pensato che, in un momento così drammatico della vita economica nazionale, a subire l’ulteriore conseguenza di non ricevere doni a Natale fossero i figli delle famiglie indigenti. E siccome “E’ Natale per tutti”, come recita il nome dell’iniziativa, chiunque vuole, può comprare un dono e contattare la mail babbo­­_ natale2020@libero.it.

Tutti i doni verranno poi caricati su un pulmino messo a disposizione da uno dei promotori dell’iniziativa e portare un sorriso a tutti quei bimbi delle fasce deboli. Già tante sono le adesioni di persone comuni che hanno voluto contribuire a rendere felice il Natale di questi piccini meno fortunati.

“L’idea è nata per caso da un gruppo di amici capeggiati da Giovanni Visco – dice Serena Visconti, ginecologa del Pascale, promotrice a sua volta – Un’idea semplice che si fonda sul passaparola e che ha raccolto subito il consenso di tanta gente. Le richieste possono essere effettuate dai genitori o da vicini di casa che sono a conoscenza di situazioni particolarmente disagiate. Io sono mamma di due bambini, so cosa significa il Natale per i piccini. I miei figli sono molto fortunati. Tanti altri non lo sono, ma Natale deve essere uguale per tutti”.

Redazione