Un gruppo di ragazzini ha preso di mira un’ambulanza che aveva appena prestato un soccorso covid. È successo a Napoli, in vico Figurelle a Montecalvario, centro di Napoli. La denuncia è arrivata dall’associazione Nessuno tocchi Ippocrate, organizzazione impegnata nella tutela del personale da sanitario. La ricostruzione dei fatti in un post sulla pagina Facebook dell’organizzazione.

L’episodio intorno a mezzanotte del 15 marzo. Dopo un intervento in un’abitazione il personale sanitario ha trovato un gruppo di ragazzini che, senza mascherina, hanno colpito l’ambulanza. Uno ha sferrato un pugno allo specchietto retrovisore. Un altro si è appeso al tetto dell’ambulanza. La Campania è Zona Rossa, nel sistema a fasce dell’emergenza covid.

Il post dell’associazione:

Zona rossa tra baby gang ed ignoranza dell’utenza!

“Una città abbandonata a se stessa”

Aggressione n.15 del 2021

La postazione 118 dell’Annunziata intorno a mezzanotte viene allertata nel centro storico di Napoli (Vico figurelle a Montecalvario) per “riferita dispnea in COVID positivo”. Giunti sul posto l’equipaggio si accorge che il paziente, che saturava discretamente, aveva chiamato l’ambulanza solo e soltanto per avere una bombola di ossigeno, e a quanto riferito dai parenti, avrebbero continuato a chiamare il 118 fin quando non gli avrebbero mandato una ambulanza con l’ossigeno.

Esterrefatti dalla “NON” richiesta di soccorso l’equipaggio scende dalla abitazione e trova un gruppo di ragazzini senza mascherina che in barba alle norme anti-covid sostavano poco distanti. Alla partenza del mezzo di soccorso uno di loro, senza alcun apparente motivo, sferra un pugno allo specchietto retrovisore e un altro si appende letteralmente al tetto dell’ambulanza!

Sempre più difficile il lavoro di chi, sottopagato ed umiliato, cerca solo di portare sollievo a casa di chi non si sente VERAMENTE bene.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.