Si chiama Sofia Balbi la moglie di Luis Suarez, l’attaccante uruguaiano del Barcellona (ma prossimo a trasferirsi all’Atletico Madrid) diventato famoso in Italia per il caso relativo alla cittadinanza conseguita all’università di Perugia in tempi record prima che la Procura della città umbra aprisse un’inchiesta per truffa.

Sofia, 31 anni, è una donna di origini italiane. Il suo papà è nato in Friuli prima di emigrare a Montevideo in Uruguay dove si è poi realizzato professionalmente come banchiere. Dopo aver vissuto i primi 14 anni della sua vita nella capitale del Paese sudamericano, Sofia Balbi si è trasferita in Spagna nel 2003 insieme alla sua famiglia a causa del fallimento della banca dove lavorava il padre. Con Luis Suarez si è conosciuta la prima volta in Uruguay all’età di 13 anni.

Lui proveniva da una famiglia povera con i genitori che si sono separati quando aveva appena 7 anni. Il piccolo Luis aiutava il nono che gestiva un parcheggio. Lei invece proveniva da una famiglia borghese. La scintilla è scattata subito con Suarez capace di fare anche 24 chilometri al giorno per vedere Sofia.

Poi con il passare degli anni, e nonostante i 10mila chilometri di distanza, il rapporto non è scemato, sbocciando definitivamente quando l’attaccante si è trasferito dal Sud America all’Olanda per indossare la maglia prima del Groningen e poi dell’Ajax.

La sua famiglia è composta anche da un fratello, Gonzalo Bali, calciatore di professione, e due sorelle, Pao e Mariana. Il matrimonio con Luis Suarez è avvenuto nel 2009 mentre il 5 agosto del 2010 hanno avuto la loro prima figlia, Delfina Suarez. A settembre del 2013 è nato Benjamin Suarez. Nel 2019 la coppia ha deciso di risposarsi nuovamente per consolidare ancora di più la loro unione.