Con le temperature fresche ritorna anche la voglia e il piacere di stare a tavola gustando i piatti della tradizione napoletana. Ad inaugurare l’inverno è un must della tradizione napoletana che non passa mai di moda e piace sempre a tutti, grandi e piccoli ed è anche molto facile da preparare: il gateau di patate o anche gattò, detto alla napoletana. Lo Chef stellato Salvatore Bianco, del ristorante Il Comandante presso il Romeo Hotel di Napoli, invita tutti nella sua cucina per conoscere i segreti per realizzare il miglior gateau di patate che abbiate mai assaggiato. Continua così il viaggio nell’arte culinaria del format “Ricette Stellari, i segreti della tradizione”.

Con il gateau di patate inizia così una nuova stagione di “Ricette Stellari”. Dopo la puntata dedicata alla Pasqua con il casatiello e la pastiera, Bianco porta avanti la sua gustosa carrellata nei piatti più amati della cucina napoletana. Imperdibili anche le ricette dedicate al Natale con i mustaccioli e la pizza di scarole, la pasta mista con la zuppa di pesce e l’insalata di baccalà con broccoli. Ora passiamo a un nuovo gustoso piatto: il gateau di patate.

Gli ingredienti per il gateau di patate per 4 persone

Per preparare un gateau per quattro persone gli ingredienti sono: 2 chili di patate bollite (una buona qualità consigliata dallo Chef Bianco è quella di Avezzano; è importante che le patate siano vecchie, quindi con meno acqua), 2 tuorli d’uovo, 100 grammi di prosciutto cotto, 100 grammi di salame, 50 grammi di prosciutto crudo (se piace), 20 grammi di sale, pepe nero, 100 grammi di parmigiano, 20 grammi di pecorino, 30 grammi di burro e pane grattugiato.

Come preparare il gateau di patate

Bollire le patate nell’acqua salata. Questo è un passaggio semplice ma fondamentale per la buona riuscita del gateau. Per ogni litro di acqua aggiungere 250 gr di sale. Scegliere patate vecchie e della stessa dimensione per omogeneizzare la cottura che sarà fatta con tutta la buccia. Dopo 40 minuti controllare con uno stuzzicadenti la cottura delle patate.

Quando saranno pronte sbucciare le patate ancora calde e schiacciarle con lo schiacciapatate. In un recipiente unire alle patate schiacciate gli altri ingredienti: i due tuorli d’uovo, i salumi, i formaggi e pepe e impastare il tutto. Aggiungere sale se necessario e pane grattugiato se l’impasto dovesse risultare troppo liquido.

Spennellare una teglia con il burro e cospargerla di pane grattugiato e poi versare l’impasto di patate. Appiattire l’impasto con le mani. Spennellare la “pizza” di patate nel ruoto con il burro e cospargere con il pane grattugiato. Il burro garantirà una gratinatura compatta. Infornare a 190° per 30-40 minuti con ventola media.

“Nel gateau abbiamo l’essenza di due culture, qeulla francese e quella napoletana: la prima per la nascita del concetto e quella napoletana negli ingredienti e nell’evoluzione del piatto stesso”, ha spiegato Salvatore Bianco. Ora non resta che assaggiarlo.

Giornalista professionista e videomaker, ha iniziato nel 2006 a scrivere su varie testate nazionali e locali occupandosi di cronaca, cultura e tecnologia. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Tra le varie testate con cui ha collaborato il Roma, l’agenzia di stampa AdnKronos, Repubblica.it, l’agenzia di stampa OmniNapoli, Canale 21 e Il Mattino di Napoli. Orgogliosamente napoletana, si occupa per lo più video e videoreportage. E’ autrice del documentario “Lo Sfizzicariello – storie di riscatto dal disagio mentale”, menzione speciale al Napoli Film Festival.