Le condizioni dei coniugi cinesi risultati positivi al coronavirus “sono in continuo monitoraggio”. Lo fa sapere in una nota l’istituto nazionale di malattie infettive Spallanzani di Roma dove sono ricoverati marito e moglie provenienti dalla città di Wuhan, zona dove si è originato il virus.

IL BOLLETTINO – “La donna di 65 anni, pur mantenendo condizioni cliniche discrete – si legge nel bollettino del 1 febbraio – ha presentato nella giornata odierna un episodio di nausea e vomito. L’uomo di 66 anni attualmente è in condizioni cliniche stazionarie, con un quadro di polmonite interstizio alveolare bilaterale. Presenta febbre associata a tosse e astenia. La coppia è sottoposta a continui controlli e monitoraggio da parte dei sanitari”, ribadisce l’Istituto.

TEST NEGATIVO – “È in buone condizioni di salute ed è risultato negativo al test per il nuovo coronavirus” il paziente di nazionalità romena, un operaio di 42 anni, che una volta essere arrivato all’ospedale di Tivoli aveva riferito ai medici di essere stato a contatto con la coppia che alloggiava in un hotel di Roma. Il direttore dell’albergo ha tuttavia smentito categoricamente sia un dipendente della struttura o di un’azienda collegata.

13 PAZIENTI IN OSSERVAZIONE – Intanto le 20 persone che hanno avuto contatto con la coppia cinese continuano a essere sotto osservazione all’Istituto Spallanzani. “Sono tutte in buone condizioni generali e la loro salute non desta preoccupazioni”, si legge sul bollettino diffuso dall’ospedale.

“Presso l’Istituto sono ricoverati in questo momento 13 pazienti provenienti da zone della Cina interessate dall’epidemia e tutti loro sono stati sottoposti al test per la ricerca del nuovo coronavirus, tutt’ora in corso”. “Altri 13 pazienti – prosegue la nota – sono stati isolati nel nostro Istituto e dimessi dopo il risultato negativo dei test per la ricerca del nuovo coronavirus”.

Anche “la donna di nazionalità cinese residente a Frosinone che è stata portata il 31 gennaio presso l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani è negativa al test per il nuovo coronavirus. Sono in corso ulteriori accertamenti per verificare lo stato complessivo della salute”. Lo dichiara in una nota l’assessorato alla Sanità e l’Integrazione sociosanitaria della Regione Lazio dopo la comunicazione della Direzione sanitaria dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma.

SCUOLA OK PER CHI E’ STATO IN CINA – Gli studenti che hanno soggiornato in Cina nelle ultime due settimane possono comunque frequentare normalmente le scuole, chiamate però a monitorare l’insorgenza di eventuali sintomi. E’ quanto stabilisce la circolare predisposta dal Ministero della Salute con le “Indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina”, diramata dal ministero dell’Istruzione agli Uffici Scolastici Regionali e alle scuole. 

SOS CINA – L’ambasciatore cinese a Bruxelles stamani ha incontrato rappresentanti della Commissione europea  per chiedere, in modo formale, sostegno di fronte all’emergenza del coronavirus. Si apprende da fonti Ue all’ANSA. Mercoledì in una telefonata col premier cinese Li Keqiang, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen aveva offerto il supporto dell’Unione a Pechino.