“Anche oggi c’è stato un processamento di maggiori tamponi, ma ciò nonostante si assiste a una riduzione del numero dei contagi. Questa è la dimostrazione che bisogna fare una media di almeno 5 giorni per avere un quadro preciso, quella di ieri è stata una giornata particolare e ora i numeri si stanno consolidando. Io penso che nei prossimi giorni potremo vedere la discesa, ma non dobbiamo abbassare la guardia, dobbiamo continuare con i nostri sforzi perché a Wuhan sono stati premiati e il contagio si è arrestato. Dunque dobbiamo continuare a rispettare le regole”.

Attilio Fontana, il governatore della Regione Lombardia, apre uno spiraglio di speranza e prova ad attenuare il rimbalzo emotivo dei dati di ieri. La situazione, nonostante tutto, sta migliorando ma non per questo bisogna cantare vittoria. Intanto, però, “una nota positiva è che al Politecnico sono riusciti a individuare i tessuti adatti per camici e mascherine, la produzione della mascherine è già iniziata e dobbiamo andare verso una autosufficienza nella produzione. Per quanto riguarda i camici, si è messo a disposizione Giorgio Armani per produrli nei suoi stabilimenti”.

Note liete anche per quanto riguarda l’ospedale n fase di allestimento in Fiera: “Verrà accorpato al Policlinico, diventando una sorta di reparto del Policlinico di Milano, lo abbiamo stabilito questa mattina con una delibera in Giunta”. Per l’inaugurazione, ha detto Fontana, bisogna ancora avere (poca) pazienza: “All’inizio della prossima settimana dovrebbe essere tutto pronto”. Nel mentre, Guido Bertolaso, il supervisore della realizzazione dell’ospedale, colpito da Covid-19 “è in fase di miglioramento”, ha aggiunto Fontana, così come Luigi Cajazzo, direttore generale Welfare della Regione. “Per entrambi le condizioni sono sotto controllo”.