Dopo l’analisi di 7.900 tamponi (quasi il doppio di ieri) sono 249 i nuovi casi di positività al coronavirus registrati oggi in Campania. Di questi, 45 riguardano persone rientrate dall’estero (25) o dalla Sardegna (20). E’ quanto si evince dal bollettino diramato dall’Unità di Crisi della Regione. Un numero di tamponi ancora in forte calo rispetto a quello delle altre regioni: basti pensare che in Lombardia oggi sono stati registrati 271 nuovi casi dopo l’analisi di ben 20.781 tamponi.

“Con oggi – si legge dalla nota della regione – sono da considerare esauriti i tamponi arretrati legati ai rientri dall’estero e da altre regioni. Si conclude questa fase dell’”operazione filtro” del piano sicurezza e prevenzione messo in atto dalla Campania, unica regione d’Italia che dal 12 agosto scorso ha reso obbligatorio lo screening per chi rientra”.

I pazienti guariti sono 24 (totale 4.514), non si registrano decessi (totale 448) mentre il numero dei positivi dall’inizio della pandemia sale a 8.377.

LA SITUAZIONE AL CARDARELLI – Nel più grande ospedale del Mezzogiorno, dove nei giorni scorsi sono stati registrati una trentina di casi di positività al covid-19 tra sanitari e pazienti, la direzione sanitaria ha bloccato le ferie del personale medico ed infermieristico ed i congedi dei dirigenti “a seguito dell’ andamento della curva epidemiologica Covid-19”. In una comunicazione del direttore sanitario del “Cardarelli”, Giuseppe Russo, ai direttori delle Unità Operative ed ai coordinatori infermieristici la decisione viene spiegata con “l’ incremento delle necessità terapeutico-assistenziali”.

Il blocco, ad horas, viene giustificato anche con l’applicazione delle disposizioni sull’ esecuzione dei tamponi al personale “che ha avuto contatti stretti con soggetti Covid-19”.

Avatar photo