Alcuni membri dell’equipaggio dell’Amerigo Vespucci sono risultati positivi al Covid-19 dopo alcuni controlli di routine con tamponi rapidi. A comunicarlo, tramite una nota, è la Marina Militare, che ha fatto anche sapere di “aver messo in atto tutte le misure cautelative a tutela della salute del personale.” La nave viene utilizzata per l’addestramento degli allievi ufficiali.

Previsti ulteriori controlli a bordo

Venti i positivi riscontrati a bordo su circa 360 membri dell’equipaggio.  Tutti sono sintomatici o paucisintomatici, ossia con sintomi lievi. La nave rimarrà ora nel porto de La Spezia, in modo che possa essere attuato uno specifico protocollo che prevede 10 giorni di isolamento in idonee strutture a terra. Verranno quindi effettuati nuovi controlli sull’equipaggio ed effettuata la completa sanificazione della nave. Alla fine di questo periodo è previsto un’ulteriore verifica: la campagna allievi verrà ripresa non appena le condizioni lo permetteranno.

Tutto l’equipaggio è stato vaccinato

“La Marina Militare ha da tempo adottato procedure molto rigorose sulla prevenzione e sul controllo della diffusione del COVID-19, che le hanno consentito di continuare a operare senza soluzione di continuità, con la massima attenzione alla sicurezza del proprio personale nel corso di tutta l’emergenza dovuta alla pandemia” si legge sul comunicato. Infatti  “l’intero equipaggio di Nave Vespucci ha aderito alla campagna vaccinale della Difesa e ben prima dell’inizio della campagna aveva completato il doppio ciclo di vaccinazione.”

Roberto Burioni: “E poi non vi fidate della scienza”

Il noto virologo Roberto Burioni, già coinvolto nella vicenda dell’esposto Codacons per un suo tweet contro i no-vax, ha commentato la notizia dell’Amerigo Vespucci spiegando che i numeri sono in linea con quanto reso noto sull’efficacia del vaccino anti- Covid. “Molti stanno propagando la notizia di 20 casi di COVID-19 sulla Amerigo Vespucci, bellissima e amata Nave della nostra Marina Militare dove, nonostante tutti fossero vaccinati, si sono verificati 20 casi di COVID-19” ha scritto sul suo post pubblicato su Facebook.

La conclusione istintiva (quella che vi vogliono fare trarre) è: ‘il vaccino non funziona’. A parte che se il vaccino funzionasse poco sarebbe un motivo in più per vaccinarci tutti (ne riparleremo) ragioniamo un attimo sui numeri.” Burioni spiega, dati alla mano, perché quanto accaduto è una prova dell’efficacia della vaccinazione. “Nel mio post di stamane vi ho scritto che il vaccino Pfizer è risultato, in uno studio scientifico, efficace all’88% lasciando dunque non protetto dall’ infezione il 12% dei vaccinati– continua il Professore- Immaginiamo che un virus contagioso come la variante Delta, in assenza di vaccino, avrebbe contagiato (in uno spazio angusto e condiviso come quello di una nave) metà dei marinai (in realtà li avrebbe contagiati tutti, ma lasciamo perdere). Orbene qual è il 12% della metà di 360? 21 circa. E sulla Vespucci sono risultati positivi in 20, tutti asintomatici o paucisintomatici. E poi non vi fidate della scienza” ha concluso.

 

Redazione