Non solo agguati, stese e rapine, sulla cui escalation sono in corso le indagini di procura e forze dell’ordine. Nel Rione Sanità regna l’anarchia e la maggior parte dei residenti perbene devono combattere quotidianamente contro soprusi e inciviltà e contro chi decide di gestire secondo le proprie regole il condominio e l’intero vicolo dove risiede.

Un atteggiamento che penalizza cittadini e turisti, quest’ultimi sempre più numerosi nel quartiere che ha dato i natali a Totò. Capita così che da settimane sono sempre più numerose le segnalazioni all’Asia, l’azienda del comune di Napoli che si occupa della raccolta dei rifiuti, per la rimozione degli ingombranti lasciati nelle viuzze e, spesso, davanti l’ingresso dei palazzi, creando delle vere e proprie discariche a cielo aperto che rendono difficoltoso anche il semplice passaggio pedonale. L’Asia, dopo ulteriori solleciti, sta procedendo in queste ore alla rimozione di parte degli ingombranti in questione.

Altro problema che affligge alcuni residenti del quartiere, quelli che nello specifico vivono tra vico della Calce e Discesa Sanità, è la presenza di un gallo presente all’esterno del terrazzino di un’abitazione. “Sono mesi che non riusciamo a dormire con regolarità perché già dalle 5.30-6 del mattino il suo “canto” continuo ci sveglia nel giro di pochi minuti” denunciano sui social alcuni cittadini che risiedono nella zona. “Come è possibile tenere un gallo fuori a un terrazzino senza rispettare alcuna norma igienico-sanitaria né tantomeno le esigenze del vicinato?” chiede un uomo che vive nel vicolo in questione. C’è chi consiglia a quest’ultimo di segnalare tutto all’Asl Napoli 1 centro per far luce sulla vicenda e accertare eventuali irregolarità.

Dal gallo ai cartelli stradali demoliti. E’ quanto successo sempre nella stessa strada, vico della Calce, dove nei giorni scorsi qualcuno si è divertito ad abbattere il cartello che indicava il divieto di accesso, generando – se ancora ve ne fosse bisogno, ulteriore caos in un vicolo già ostacolato dalla presenza degli ingombranti. “Perché tutto questo? Nel Rione Sanità sono nati negli ultimi anni b&b, localini e attività di ristorazione: è questo il benvenuto che diamo ai turisti?” chiede amareggiato il proprietario di una pizzeria.

 

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.