Ha fatto irruzione nel campus dell’università di Heidelberg, in Germania, e ha poi aperto il fuoco nell’aula magna. È accaduto oggi 24 gennaio intorno a mezzogiorno: l’assalitore sarebbe uno studente dell’ateneo, che si è tolto la vita dopo aver ferito quattro persone.

Gli spari sono avvenuti nell’area del campus si trova a Neuenheimer Feld, nei pressi della città vecchia, dove si trovano le facoltà di Scienze naturali e sezioni del policlinico dell’ateneo. La zona è stata completamente blindata dalle forze dell’ordine. 

L’attacco

Un aggressore solitario ha ferito diverse persone in un’aula magna, usando armi da fuoco. È morto“, ha twittato la polizia. Stando ad una prima ricostruzione, intorno alle 12.30 lo studente avrebbe fatto fuoco con un fucile, mentre era in corso una lezione in un auditorium nel campus. 

Subito dopo, il giovane è fuggito all’esterno: ed è qui che ha rivolto l’arma contro se stesso per suicidarsi. Quattro i feriti. Uno di loro, apparso subito in gravi condizioni, è poi deceduto: l’ha riferito l’agenzia Dpa citando ambienti delle forze di sicurezza.

Non sono state fornite al momento informazioni sull’identità dell’aggressore dalla polizia, che non ritiene ci fossero dei complici. Lo studente, definito un ‘lupo solitario’, non avrebbe agito per motivazioni religiose né politiche. Secondo le autorità, che hanno perlustrato tutta la zona, ora non ci sarebbe più alcun pericolo. Intanto è stato attivato un numero verde per la cittadinanza, mentre l’università ha inviato una mail ai suoi studenti chiedendo di non avvicinarsi all’istituto.

Heidelberg, circa 160mila abitanti, si trova nel sudovest della Germania, a sud di Francoforte. La sua università è tra le più conosciute del Paese. 

 

Redazione