La Campania anticipa le mosse del governo italiano e, soprattutto di Ema ed Aifa, le due agenzie del farmaco europee ed italiana, stringendo subito accordi per il vaccino russo Sputnik. La Regione guidata da Vincenzo De Luca ha infatti firmato un contratto con la Human Vaccine, società che rappresenta la “RDIF Corporate center limited liability company”, il fondo sovrano russo che si occupa della commercializzazione all’estero del vaccino russo sviluppato dal centro Gamaleya.

L’accordo emerge, come scrive Repubblica, da una determina della Soresa, la società regionale per la sanità. Nel provvedimento firmato dal direttore Mauro Ferrara si legge che, come ovvio nel caso del vaccino Sputnik, “l’efficacia del contratto resta sospensivamente condizionata al conseguimento delle autorizzazioni da parte degli enti regolatori Ema/Aifa”.

Le due agenzie devono ancora fornire il via libera al siero prodotto in Russia, con l’autorità europea dei medicinali che per ora ha avviato la “rolling review” di Sputnik. Anche per questo la Soresa, nella trattativa con la Human Vaccine per conto della Regione, ha messo in campo una “intensa attività di confronto e di negoziazione rispetto all’offerta iniziale per ottenere condizioni vantaggiose per la fornitura del siero vaccinale”.

Soresa e Regione Campania sulla scelta di muoversi in prima persona alla ricerca di nuove dosi del vaccino, anche se ancora non approvate, tirano in ballo per evitare polemiche il ‘via libera’ della Commissione europea delll’11 febbraio, con l’ok per Stati membri e Regioni nel procedere con “negoziazioni dirette per l’acquisizione di dosi vaccinali ancora non ricomprese nella strategia comune”.

La richiesta arrivata a Soresa da Vincenzo De Luca di muoversi sul mercato dei vaccini è datata 17 febbraio, quando il governatore scrive alla società regionale per “acquisire, con la massima tempestività consentita dalla vigente normativa, la disponibilità di vaccini antiCovid, già autorizzati o in corso di autorizzazione presso l’Ema e l’Aifa e già in corso di somministrazione, in Italia ovvero in altri Paesi, europei o extraeuropei”.

De Luca ringrazia “l’Ambasciata italiana a Mosca per il supporto fornito” alla chiusura del contratto per la fornitura del vaccino anti Covid russo Sputnik. L’acquisto del vaccino, che sarà comunque subordinato al sì di Ema e Aifa all’utilizzo dello stesso, sarà uno dei temi che il governatore campano affronterà nella diretta Facebook in programma come ogni venerdì alle 14.45 “per fare il punto della situazione sui contagi e sulle misure di contrasto all’epidemia”. Nella diretta, annuncia De Luca, “parleremo anche del passaporto vaccinale e degli obiettivi di immunizzazione dei cittadini campani entro il prossimo autunno”.

Napoletano, classe 1987, laureato in Lettere: vive di politica e basket.