È di 19 morti e 12 feriti il bilancio dell’attentato terroristico che stamattina si è verificato all’università di Kabul. Ad agire un commando di tre uomini – tutti uccisi – che sono penetrati nell’università durante un evento con autorità afghane e iraniane. Le vittime sarebbero tutte studenti, secondo quanto riportato da Reuters. Molti presenti e studenti sarebbero riusciti a scappare dall’università. L’azione è stata dichiarata conclusa dalle autorità locali dopo sei ore.

L’attacco sarebbe cominciato con esplosioni e colpi d’arma da fuoco nei pressi dell’ateneo. Il ministero dell’Interno ha confermato l’attacco e il perimetro dell’area è stato sigillato dalle forze di sicurezza afghana. L’evento in corso – mancava poco all’inizio – di inaugurazione era la fiera del libro iraniano. “I nemici dell’Afghanistan, i nemici dell’istruzione sono entrati nell’Università di Kabul”, ha detto ai giornalisti Tariq Arian, portavoce del ministero dell’Interno. “Le forze di sicurezza sono nell’area e cercano di controllare la situazione. Stanno avanzando con cautela per evitare di colpire agli studenti”, ha aggiunto il portavoce.

I talebani hanno negato qualsiasi coinvolgimento nell’azione. I centri di educazione – nel 2016 venne attaccata l’American University, 16 i morti – negli ultimi anni sono stati presi di mira da gruppi estremisti, come l’Isis. Proprio la scorsa settimana almeno 24 persone, soprattutto studenti, sono stati uccisi in un attacco suicida contro un centro educativo nel distretto occidentale di Kabul. L’azione venne rivendicata dal sedicente Stato Islamico.