“Nessuno vuole stravolgere la Costituzione, non intendiamo toccare i valori fondanti contenuti nella prima parte” ma “noi crediamo che occorra una rivisitazione. A partire dal presidenzialismo”. Così Francesco Lollobrigida, nelle interviste a Repubblica e Messaggero spiega come il partito di Giorgia Meloni voglia cambiare la Costituzione e le prime misure che adotterà il governo. Il capogruppo uscente di Fratelli d’Italia alla Camera, sta costruendo un dossier sulle proposte di modifica della Carta presentate dagli altri partiti. E spiega qual è il piano.

Per Lollobrigida “serve una norma che dia stabilità, efficienza, potere di scelta ai cittadini. E stavolta bisogna fare presto: non vogliamo ripetere l’esperienza del gennaio scorso, quando Mattarella fu costretto al bis per l’incapacità di decisione dei partiti” sottolinea. Fdi si confronterà con gli altri partiti: “Una costituente, una bicamerale, si può trovare la formula”. Fra le altre riforme a cui si pensa, Fdi guarda anche alla Ue: “Il principio della sovranità del diritto comunitario su quello nazionale è oggetto di dibattito anche in altri Paesi”. È un concetto “che dovrebbe essere oggetto di riflessione. Sì, la sovranità del diritto Ue va rivista: discutiamone. Anche perchè nessuno pensa più, alla luce degli ultimi eventi, che l’Europa sia perfetta”.

Sul dibattuto tema dei diritti Lollobrigida sottolinea anche che “noi siamo i più grandi difensori della legge 194, perchè ne vogliamo l’applicazione piena. Anche nella parte che dà il diritto alle donne di non abortire, se questa scelta è dettata da condizioni particolari, come quelle economiche”.

Per quanto riguarda la crisi economica “dobbiamo prima capire che disponibilità c’è nella manovra finanziaria ma esistono delle contingenze, come l’emergenza bollette che sono prioritarie. Il primo cdm spero partirà da qui”. Rispetto al reddito di cittadinanza, “ragioneremo con gli alleati sulle tempistiche per non impattare le sacche di disagio che si sono create. Senza dubbio si andrà verso l’abolizione, dando sostegni adeguati a chi non può lavorare”. Per la composizione del governo “non ragioniamo mai partendo da veti. Troveremo persone di qualità per tutti i ruoli”.

Avatar photo

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.