Il freddo continua ad abbattersi su tutta la Campania. La Protezione civile della Regione Campania ha prorogato il vigente avviso di allerta meteo fino alle 20 di mercoledì. Si prevedono i seguenti fenomeni atmosferici: Venti forti dai quadranti settentrionali con locali rinforzi e possibili raffiche, mare agitato, con possibili mareggiate lungo le coste esposte, nevicate oltre i 400-500 metri e, localmente, anche a quote inferiori, con precipitazioni maggiori soprattutto sui settori interni e fino al tardo pomeriggio, gelate, potranno formarsi a quote superiori (e localmente anche inferiori) ai 400 metri, soprattutto sul settore interno e tenderanno a permanere in giornata a quote superiori ai 600-700 metri.

A partire dalle 8 di domani mattina non saranno più presenti le nevicate e dalla sera si attenueranno anche i venti. La Protezione civile della Regione Campania raccomanda alle autorità competenti di porre in essere tutte le misure previste dai rispettivi piani, in relazione alle singole tipologie di rischio connesso agli eventi naturali previsti nonché di prestare attenzione alle fasce fragili della popolazione. Si raccomanda agli automobilisti di mettersi in viaggio con veicoli dotati di pneumatici da neve. Si ricorda che il codice colore riguarda solo il rischio idrogeologico connesso a piogge e temporali: in questo caso è verde poiché l’allerta non è relativa alle precipitazioni piovose.

Intanto l’Irpinia si è svegliata coperta di neve e continuano gli interventi incessanti dei Vigili del Fuoco. Avellino e l’intera Provincia è stata interessata da una perturbazione a carattere nevoso. La neve è caduta copiosa soprattutto in alta Irpinia; Bisaccia,Vallata Lacedonia, il Tricolle, Lioni, Bagnoli Irpino, Montella, e i Vigili del Fuoco di Avellino sin dalle prime ore della mattinata sono stati impegnati in diversi interventi soprattutto per il recupero di automezzi pesanti e autovetture, oltre che per la rimozione di alberi e rami appesantiti dalla neve e caduti sulla carreggiata. Una squadra è ancora impegnata con l’ausilio dell’autogru sull’Ofantina per il recupero di alcuni mezzi pesanti, così come a contrada Viscigneto a Bagnoli Irpino, a San Mango Sul Calore sulla SS 400, a Castelfranci sulla SS 164, mentre alberi e rami pericolanti sono stati rimossi in via Mancini, in contrada Accoli e contrada Trave e nei pressi dell’ospedale ad Ariano Irpino.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.