Federfarma rilancia la vendita di mascherine in farmacia a prezzo calmierato.”Abbiamo realizzato una sorta di gruppo di acquisto solidale – spiega Michele Di Iorio, presidente di Federfarma Napoli – mettendo a disposizione delle 800 farmacie delle tre aziende sanitarie napoletane circa 200mila mascherine facendoci carico di una parte del costo di acquisto. Quelle chirurgiche sono in vendita a 1,30 euro, quelle del tipo Ffp2/Kn95 a 4,90 euro. Ci auguriamo che questo serva a calmierare i prezzi di mercato con l’augurio che, come ha annunciato il commissario Arcuri, si arrivi a un prezzo fisso nazionale”.

Ma la questione delle mascherine tiene banco anche sotto altri aspetti. Elvira Sepe ne ha ricevute ieri duecento molto particolari dal sindaco Luigi de Magistris. Sepe è presidente dell’Ens (Ente nazionale sordi) e da tempo era alla ricerca di mascherine trasparenti che consentissero a chi ha problemi di udito di leggere il labiale. Questo tipo speciale di mascherine non si trova facilmente in commercio e chi riesce a procurarsene spesso le propone a prezzi proibitivi. La singolare richiesta dell’Ens è stata accolta da Anna Novellino che si è procurata una plastica trasparente ma resistente e ha realizzato 160 mascherine per adulti e 40 di formato ridotto per i bambini. Il pacco di mascherine trasparenti è stato affidato al primo cittadino che le ha consegnate alla presidente dell’Ente ciechi.

Che quello delle mascherine sia un vero e proprio business che fa gola a tanti e che le forze dell’ordine tengono sotto controllo non senza fatica, lo dimostra quanto avvenuto ieri nell’hinterlad di Napoli. I carabinieri del Nas, in collaborazione con i colleghi delle stazioni di San Vitaliano e di Marigliano, hanno sequestrato undicimila mascherine prive del marchio CE. Le aveva realizzate, in uno stabilimento utilizzato per la produzione di mascherine, un’imprenditrice di Scisciano denunciata dai militari per frode nell’esercizio commerciale e contraffazione di prodotto. L’imprenditrice, titolare di una ditta tessile, voleva mettere in commercio mascherine prive di autorizzazione sanitaria. I macchinari per la loro produzione sono stati sequestrati.