L’indagine dell’Asl Napoli1 per scovare chi tra medici, infermieri e personale sanitario non è vaccinato è iniziata poche settimane fa e ha fatto emergere che ben 567 dipendenti  — tra cui medici, infermieri, operatori socio sanitari e impiegati amministrativi — non risultano vaccinati.

Per questo folto gruppo di no vax è scattata la procedura disciplinare, così come previsto dalla legge, previa verifica di compatibilità delle motivazioni che avrebbero impedito loro di vaccinarsi. Al termine della fase di controllo, è risultato che sono all’incirca 400 coloro che rischiano la sospensione. Infatti 43 hanno addotto motivazioni tali da non rientrare nell’obbligo vaccinale; 291 dipendenti della Azienda sanitaria di Napoli Centro risiedono nel territorio di competenza di altre Asl e quindi si è in attesa della documentazione relativa.

Altra storia per i 233 i residenti a Napoli: per 48 di essi “è in corso di accertamento buon fine notifica”, vale a dire che si attende di completare la ricognizione; 75, nel frattempo, si sono vaccinati; 19 hanno aderito alla campagna vaccinale e sono stati convocati per venerdì 3 settembre; inoltre, per 22 dipendenti “sono state accolte le relative giustificazioni” e per 33, di cui finora non si è ottenuto alcun riscontro alla prima sollecitazione inoltrata, “si sta procedendo ad invitare formalmente gli interessati a sottoporsi alla somministrazione del vaccino anti SARS-CoV-2 comunicando l’avvenuta vaccinazione entro 5 giorni dalla notifica, in mancanza si procederà ai sensi di quanto disposto dal comma 6 art. 44 D.L. 44/2021”, dunque alla sospensione.

Infine, per 36 operatori sanitari della Asl Napoli 1 Centro “le giustificazioni prodotte non sono state ritenute accoglibili” pertanto anche per costoro “si sta procedendo ad invitare formalmente gli interessati a sottoporsi alla somministrazione del vaccino anti SARS-CoV-2 comunicando l’avvenuta vaccinazione entro 5 giorni dalla notifica” altrimenti saranno sospesi. Insomma, nelle prossime ore il quadro della situazione sarà più chiaro per comprendere quanti tra medici, infermieri, operatori sanitari e dipendenti amministrativi finiranno per essere sanzionati perché non hanno voluto fare il vaccino.

Secondo i dati appena trasmessi dall’Asl Napoli 1, per il momento, a essere sfuggiti al vaccino sono per lo più le professioni sanitarie, come infermieri, tecnici e amministrativi, rispetto ai medici.

Giornalista professionista e videomaker, ha iniziato nel 2006 a scrivere su varie testate nazionali e locali occupandosi di cronaca, cultura e tecnologia. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Tra le varie testate con cui ha collaborato il Roma, l’agenzia di stampa AdnKronos, Repubblica.it, l’agenzia di stampa OmniNapoli, Canale 21 e Il Mattino di Napoli. Orgogliosamente napoletana, si occupa per lo più video e videoreportage. E’ autrice del documentario “Lo Sfizzicariello – storie di riscatto dal disagio mentale”, menzione speciale al Napoli Film Festival.