Su sfondo nero si staglia una scritta bianca: “Perché Salvini Merita” e poi in rosso, sempre a caratteri cubitali “Fiducia, rispetto e ammirazione”. “Piacevolmente onesto” è il sottotitolo, firmato Alex Green, analista politico. Fin qui tutto ok, per quanto possa sembrare ironico. Poi si apre il libro e sono tutte pagine bianche. Ma l’autore nell’annuncio di Amazon avvisa: “Questo libro è pieno di pagine vuote. Nonostante anni di ricerche, non abbiamo potuto trovare niente da dire su questo argomento, così per favore sentitevi liberi di usare questo libro per gli appunti”.

Il libro è il primo nella classifica dei più venduti su Amazon per la categoria “Scienze politiche”, supera anche il secondo in classifica, il libro di Barak Obama “Una terra promessa”. L’ex Presidente degli Stati Uniti d’America viene dunque superato dallo sconosciuto Alex Green, probabilmente pseudonimo dell’autore della trovata che in tanti hanno apprezzato e parimenti disprezzato.

Nelle recensioni infatti ci sono i commenti di chi ha acquistato il libro senza accorgersi che si trattasse di un sottile sfottò. “È una vergogna ed un imbroglio – scrive una lettrice – All’interno solo pagine bianche e senza nemmeno i numeri delle pagine. Pagine a righe e basta che se credeva di fare colpo questo “analista politico” del m..ga ha dimostrato di essere un vuoto a perdere. Lui.Lo restituisco”.

Ma c’è anche chi ha apprezzato: “Trovata geniale – scrive un altro utente – Tante pagine vuote per descrivere Salvini e ciò che fa… cioè nulla. Purtroppo l’autore non è riuscito a scrivere niente di buono su di lui oltre al titolo”. E l’ironia tra i commenti è senza freno: “Già dalla prima pagina è evidente un’eccellente profondità e accuratezza di analisi storica, politica e sociale.
Testo profondamente esplicativo, pur nella sua sinteticità. Nelle prime pagine si entra nella personalità del “capitano”, descritta dettagliatamente, in modo analitico e allo stesso tempo avvincente, con riferimenti alle sue gesta che si avvicinano all’eroismo.Fortemente consigliato a chi vuole addentrarsi nei meandri del pensiero leghista, ben rappresentato dal soggetto. La narrazione è fluida e facilmente comprensibile, anche per chi non è avvezzo ad analoghe, profonde letture. A volte è un po’ ridondante, esprimendo ripetutamente alcuni concetti, per farsi strada nelle menti più “resistenti”. Non mancano spunti ironici che ne alleggeriscono la lettura e la rendono simpaticamente divertente. I 6.99€ son sicuramente ben spesi e permettono di trascorrere qualche secondo di immersione nella cultura (qualche settimana per i leghisti). Un augurio all’autore, Alex Green, perché riesca a venderne moltissime copie”.

Giornalista professionista e videomaker, ha iniziato nel 2006 a scrivere su varie testate nazionali e locali occupandosi di cronaca, cultura e tecnologia. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Tra le varie testate con cui ha collaborato il Roma, l’agenzia di stampa AdnKronos, Repubblica.it, l’agenzia di stampa OmniNapoli, Canale 21 e Il Mattino di Napoli. Orgogliosamente napoletana, si occupa per lo più video e videoreportage. E’ autrice del documentario “Lo Sfizzicariello – storie di riscatto dal disagio mentale”, menzione speciale al Napoli Film Festival.