Era sotto il controllo dei poliziotti del commissariato Viminale che lo tenevano sotto osservazione da tempo, impegnati in un servizio contro gli scippi, un fenomeno in aumento nella zona della stazione Termini.

Ieri si sono quindi appostati dal mattino nei pressi della baracca che l’uomo, un pluripregiudicato classe ’92, usava come dimora e, quando è uscito intorno alle 17, lo hanno seguito. Come previsto dagli agenti, l’uomo arrivato nel quartiere Prenestino in sella al suo scooter, ha scippato una donna nei pressi di una gelateria. È stato quindi accerchiato dagli agenti, ne è nata una colluttazione da cui l’uomo è riuscito a fuggire salendo sul suo mezzo, un Honda Sh, sul quale già altre volte era stato visto in azione.

Quando i poliziotti gli hanno intimato l’alt, all’incrocio tra via Malatesta e via Gattamelata, non si è fermato, anzi ha accelerato investendone tre. Gli agenti sono stati portati al policlinico Umberto I, uno con una frattura al polso, uno al piede e l’altro con diverse contusioni.

Il rapinatore seriale, un 29enne nato a Milano ma di origine bosniaca e già noto alle forze dell’ordine, è caduto dallo scooter dopo aver investito gli agenti ed è quindi stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e rapina impropria e denunciato per ricettazione.

Redazione