È un bambino di pochi anni l’ultimo accertato caso di Coronavirus in Cilento. Salgono così a 22 i casi positivi a Pisciotta. Il caso é venuto fuori dall’esito dei tamponi fatti eseguite dall’Asl Salerno, con il Dipartimento di Prevenzione, sui bambini e i loro familiari iscritti ad una ludoteca che si trova nella frazione Caprioli. Nei giorni scorsi altri due bambini erano risultati positivi al Covid per cui è subito scattato l’allarme. Fortunatamente il bambino è in buone condizioni.

Intanto si sta procedendo a ricostruire la rete dei contatti del piccolo: sua madre lavora in una struttura turistica e il piccolo potrebbe aver contratto il virus alla ludoteca che frequenta insieme a un altro bambino di 2 anni risultato positivo qualche giorno fa. Quest’ultimo sarebbe il nipote di uno dei partecipanti alla cena che si è svolta in località Stazione Vecchia e che avrebbe dato il via ai contagi nella zona.

Salgono così a 22 i casi positivi a Pisciotta, 39 nel Cilento tra cui sei a Capaccio, tre a Casal Velino, sei ad Agropoli e due a Centola. E nella serata di ieri un nuovo allarme arriva dal Vallo di Diano: altri due positivi a Teggiano, sono la madre del ragazzo rumeno già risultato contagiato e l’uomo che la donna ha sposato proprio a Teggiano. Negativi gli altri tamponi effettuati nel centro valdianese.

Buone notizie a Castellabate che ritorna Covid-free. I 23 cittadini in quarantena fiduciaria risultano tutti negativi ai tamponi. Nessun nuovo contagio nemmeno ad Agropoli. Alcuni casi invece sono stati registrati a Salerno dove sono 40 i casi positivi. Tra questi, nei giorni scorsi, era emerso anche quello di un 16enne, nella zona di Torrione, riconducibile al commerciante risultato positivo a Mercatello.