Un uomo armato di fucile d’assalto Ar-15 è entrato in un supermercato del Colorado e ha iniziato a sparare decine di colpi uccidendo 10 persone. È successo a Boulder nel King Soopers di Table Mesa Drive, una zona residenziale nell’area a sud della città. La polizia è intervenuta ferendo il killer che subito è stato arrestato. Per il momento non è nota l’identità dell’uomo e nemmeno perché abbia deciso di compiere il folle gesto. Non si conoscono ancora i nomi delle vittime.

Tra i morti c’è anche Eric Taalley, 51 anni, poliziotto che appena ha sentito della sparatoria si è precipitato nel supermercato cercando di fermare l’uomo armato. L’allarme è scattato intorno alle 14.30 ora locale. Alle 14.49 la polizia con un tweet ha invitato tutti a stare lontano dall’edificio che veniva presidiato. L’uomo, armato di fucile, ha sparato anche sulla polizia.

A quell’ora il centro commerciale era molto affollato e si è sfiorata la strage. Molti clienti per fortuna son riusciti a scappare dal retro dell’edificio rifugiandosi nel parcheggio. Da qui uno di loro, Dean Schiller ha mandato live un video degli eventi, documentando parte della sparatoria, l’arrivo della polizia e l’arresto del killer. Si sentono gli spari, la polizia che gli intima di uscire (“arrenditi, l’edificio è circondato”) e infine si vede infatti un uomo ammanettato a torso nudo, in calzoncini, con la gamba destra sanguinante.

Nel supermercato sono stati attimi di puro terrore. Alcuni testimoni hanno raccontato che quando l’uomo ha aperto il fuoco erano presenti almeno trenta persone. Molti appena hanno sentito gli spari sono fuggiti nel retrobottega aiutando un gruppo di anziane a fuggire. “Non ha detto una parola: è entrato e ha sparato”, hanno detto alcuni che erano presenti, come riportato da Repubblica. “Ho rischiato di morire per una soda e un pacchetto di patatine”, ha detto tra le lacrime un ragazzo intervistato dalla tv. Un uomo racconta della figlia e delle nipoti in fila all’interno del vicino centro per il vaccino per il Covid-19: fuggite in un bagno da dove hanno telefonato disperate.

La polizia assicura che le indagini sono già partite: “La comunità stia tranquilla: abbiamo arrestato il colpevole, non c’è più pericolo”, ha cercato di rassicurare il capo polizia Maris Herold: “Ci vorranno almeno cinque giorni per completare le indagini”, ha aggiunto. Il presidente Joe Biden è stato costantemente aggiornato.

L’America continua ad essere colpita da violenze. Sembra che in Usa si stia assistendo a una vera e propria escalation di violenza. Il folle gesto avviene a pochi giorni dal massacro di Atlanta del 16 marzo, dove un giovane di 21 anni ha ucciso 8 persone, 7 donne di cui 6 di origine asiatica, colpendo in diversi centri estetici. Il Colorado è stato già teatro di stragi in passato come quella di Columbine nel 1999 che portò alla morte di 13 studenti e quella del cinema di Aurora dove un killer vestito da Joker uccise 12 persone travestito da Joker.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.