L’immagine del Vesuvio che erutta covid per due domeniche di fila nel corso della trasmissione “Non è L’Arena“. Lo sciacallaggio mediatico, riservato quasi esclusivamente alla città partenopea e alla Campania sulla gestione del coronavirus, da parte del conduttore Massimo Giletti. Ma lui, il sindaco Luigi de Magistris, non si è accorto di nulla. E’ ospite fisso ma non ha notato, per ben due volte, la scenografia.

Un primo cittadino, probabilmente distratto, che prova a giustificarsi e a rispondere alle critiche che da ore si susseguono sui social. “Il Vesuvio che sembra eruttare virus? Un’immagine brutta, di certo sbagliata di cui francamente non mi sono neppure accorto in quanto ero in collegamento dal mio ufficio e non guardavo la scenografia” dice de Magistris. “Il disegno è sgradevole – ha aggiunto – ma contestualizzandolo con il tema in trasmissione, non ha nulla a che vedere con le campagne denigratorie nei confronti della città che spesso siamo costretti a leggere, a vedere ed ascoltare”.

Un sindaco distratto ma che difende la linea-Giletti: “La trasmissione, però, non è stata affatto contro Napoli – ha affermato – Anzi si è documentato ieri come altre volte come la cattiva gestione politica della sanità regionale stia danneggiando i cittadini napoletani e gli operatori sanitari”.

Redazione