L’auto è stata data alle fiamme ad Atene in quello che sembra essere un atto intimidatorio contro Susanna Schlein, sorella di Elly e possibile candidata alla segreteria Pd, dove Susanna ricopre il ruolo di Primo Consigliere diplomatico all’ambasciata italiana. Il veicolo si è completamente distrutto in seguito ad una esplosione. La Farnesina ha condannato con la massima fermezza il grave atto.

Svegliata da alcuni botti in rapida successione, Schlein si è accorta del tentativo di appiccare il fuoco a una seconda auto vicina alla quale è stata rinvenuta una molotov con la miccia semi-consumata. La polizia sta effettuando i necessari rilievi scientifici ed investigativi. La polizia greca intanto indaga sul rogo doloso. L’attacco sarebbe avvenuto intorno alle quattro del mattino: l’auto era parcheggiata nei pressi di un condominio. Diciotto vigili del fuoco sono intervenuti sul luogo, mentre l’incendio stava per causare danni anche ad un’altra auto della diplomatica. I rilievi scientifici ed investigativi per accertare dinamica ed eventuali prove o indizi che possano condurre ai responsabili hanno evidenziato sul posto una bottiglia di liquido infiammabile, accendini e fiammiferi.

Una prima ipotesi sulle motivazioni per ora sconosciute è che l’attacco possa essere legato alle proteste anarchiche per la detenzione a Sassari sotto regime 41bis dell’anarchico Alfredo Cospito che è stato condannato per la gambizzazione dell’amministratore delegato di Ansaldo Nucleare Roberto Adinolfi, nel 2012 a Genova, ma la condanna più grave l’ha ricevuta per l’invio di due pacchi bomba alla scuola allievi carabinieri a Cuneo nel 2006 (che nel merito non ha provocato feriti): tentata strage. Cospito è detenuto nella Casa Circondariale di Bancali e da 45 giorni è in sciopero della fame contro il regime carcerario 41 bis a cui è stato sottoposto dal 5 maggio scorso.

Il caso Cospito – come riporta Repubblica – è stato preso in carico dall’associazione di Luigi Manconi ‘A buon diritto’ che si occupa di persone private della libertà. “Alfredo Cospito è stato condannato in prima istanza per i due pacchi bomba a tentata strage contro l’incolumità pubblica – sottolinea Luigi Manconi, presidente dell’associazione -, in un secondo momento la Cassazione ha chiesto che il reato venisse modificato in strage contro la personalità dello Stato che prevede pene fino all’ergastolo”. “La sua finalità non è la massima afflizione, la massima spietatezza nella pena detentiva – spiega Manconi -, la sua finalità è solo ed esclusivamente quella di impedire i legami tra il detenuto e la sua rete criminale di appartenenza, una volta assicurato questo, tutto il resto è fuori legge”. “La condanna all’ergastolo per un reato che non sanziona fatti di sangue appare abnorme – conclude Manconi – e l’applicazione dell’ostatività e del regime del 41 bis appare immotivata rispetto alla condizione concreta di Cospito e della sua attività”.

“Attentato contro il Primo Consigliere dell’Ambasciata d’Italia in Grecia – ha scritto su su Twitter il ministro degli Esteri Antonio Tajani -. Ho telefonato a Susanna Schlein per esprimerle la mia solidarietà. In giornata sarò ad Atene per incontrare il Primo Ministro Mītsotakīs. Visiterò l’Ambasciata d’Italia”.

In una nota anche la vicinanza della presidente Giorgia Meloni: “Esprimo la vicinanza mia personale e del Governo italiano al Primo Consigliere dell’Ambasciata d’Italia ad Atene, Susanna Schlein, e la profonda preoccupazione per l’attentato che l’ha colpita, di probabile matrice anarchica. Seguo la vicenda con la massima attenzione, anche tramite il Ministro degli Esteri Antonio Tajani, in giornata in visita ad Atene”.

Dai social anche la solidarietà del segretario di +Europa Benedetto Della Vedova: “Vicinanza alla nostra diplomatica Susanna Schlein per l’attentato intimidatorio che ha subito ad Atene. Importante che sia al piu’ presto appurata la matrice del gesto e siano individuati i responsabili”.

“Esprimo la mia personale vicinanza, interpretando altresì i sentimenti della Commissione Affari esteri e difesa del Senato, al primo Consigliere della nostra Ambasciata ad Atene, Susanna Schlein, vittima di un attacco violento preoccupante e che non trova giustificazione, da condannare con forza e mantenendo alta la guardia. Alla nostra rappresentante diplomatica, e ai suoi colleghi ad Atene, giustamente scossi per questo gesto, giunga la mia solidarietà”. Cosi’ Stefania Craxi, senatrice di Forza Italia e presidente della Commissione Affari esteri e difesa a Palazzo Madama.

“Attoniti per quanto è accaduto ad Atene. Solidarietà e vicinanza a Susanna Schlein. Forza!”, scrive Enrico Letta su Twitter. E anche il favorito alla segreteria dei dem e attuale presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini esprime la propria vicinanza alla famiglia Schlein: “Ho sentito personalmente Elly per esprimere massima vicinanza a lei e alla sorella Susanna, prima consigliera all’ambasciata italiana ad Atene e vittima di un attacco violento e inaccettabile, con la sua auto data alle fiamme e fatta esplodere. Solidarietà alla loro famiglia e alla sede diplomatica nella capitale greca”.

Redazione