Carlo “Carlito” De Novellis aveva fatto l’impresa all’inizio dell’anno, combattuto e vinto fuori casa il titolo italiano dei pesi medi. Un’impresa. E aveva insistito e promesso: a 42 anni voleva difendere quella cintura a Napoli, combattere a casa sua. E così doveva essere il prossimo 7 ottobre. Causa infortuni, defezioni, mancati accordi non si combatterà però il titolo italiano all’Arena Flegrea. Poco male: il boxeur del Rione Traiano affronterà invece lo sloveno Rok Berić per il Titolo Mediterraneo UBO (Universal Boxing Organization).

Salta il titolo italiano, salva comunque la grande notte di sport da combattimento organizzata dalla Società Sportiva Dilettantistica Pro Fighitng Napoli Club e dall’Associazione Pugilistica Dilettantistica De Novellis, con il patrocinio del Comune di Napoli, del C.O.N.I., della Federazione Pugilistica Italiana, di Federkombat e di Wako Pro. Quella del prossimo 7 ottobre sarà la seconda edizione della “F4N – Fight for Naples”, meeting internazionale dedicato alle discipline sportive da combattimento (Boxe, Kickboxing e Muay Thai), ideato e promosso dalla palestra Pro Fighting Napoli Club.

De Novellis si era esibito lo scorso marzo in un’impresa sportiva: in dieci riprese aveva avuto la meglio su Andrea Roncon, di dieci anni più giovane e nella sua Vicenza. Dopo una carriera altalenante, con gli esordi da promessa, la Nazionale, i primi titoli, la Coppa Italia, per otto anni si era fermato, lontano dal pugilato. Stop. De Novellis si ripreso tutto quel tempo perduto, le incertezze e i rimpianti in Veneto, in quelle dieci riprese a schivare, incrociare, rientrare e affondare. “È il risultato di tanti sacrifici. Siamo riusciti dopo tanti anni a portare il tricolore al Rione Traiano e a Napoli. A Vicenza c’erano almeno una settantina di napoletani. Hanno lasciato le proprie cose, la famiglia e tutto, per venire, perciò dedico anche a loro questo successo”, aveva raccontato in un’intervista a questo giornale.

Leggi l’intervista al campione Carlo “Carlito” De Novellis: dal Rione Traiano al titolo italiano dei pesi medi

L’erede di una famiglia di sportivi, – lo zio Gennaro primo napoletano ciclista professionista; la zia Anna judoka di livello mondiale; il nonno Carlo combatteva durante la guerra per i militari; rampollo della pugilistica omonima fondata dal padre Guido, al Rione Traiano a Napoli, nel 1988, dove guida gli allenamenti degli amatori – doveva combattere contro Gianluca Pappalardo, 24 anni, che ha dato forfait a causa di un infortunio. Il supplente Arvelo Segura non ha accettato la nomina di sfidante ufficiale, con Giovanni Rossetti non si è giunti alla stretta finale.

A salire sul ring con De Novellis (9-4-1) sarà lo sloveno Rok Berić detto “Rocky”, da Maribor, record di due vittorie su due incontri da professionista. Si partirà però alle ore 17:00, con un torneo internazionale maschile di Kickboxing (disciplina K1) Italia vs Spagna, da due incontri Pro di Muay Thai e da due incontri di Pugilato. Sul ring anche il napoletano, già Campione Europeo, Daniele Iodice, atleta della palestra Pro Fighting Club Napoli, che affronterà l’argentino Tomas Ezequiel Ortiz Fernandez in un match di Kickboxing, disciplina K1. Come per le altre notti F4N gli incontri saranno intervallati da momenti di spettacolo e intrattenimento. A presentare la serata i conduttori radiofonici Marco e Raf, praticanti e conoscitori delle discipline oggetto degli incontri.

Come comprare i biglietti

La prevendita dei biglietti dell’evento “F4N – Fight for Naples” è affidata alla piattaforma ETES ed è possibile acquistare accedendo al seguente link:

https://www.etes.it/sale/event/89167/fight%204%20naples?idProdotto=89167

Inoltre, per tutte le informazioni e i dettagli sull’evento e su tutti gli incontri in programma, è possibile consultare il sito web ufficiale www.f4n.it

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.