Il 20 gennaio è il grande giorno dell’insediamento di Joe Biden che diventerà ufficialmente il 46esimo Presidente degli Stati Uniti D’America. L’Inauguration day avverrà alle 12 (le 17 in Italia) da un palco allestito nella spianata del National Mall di Washington. Ad assistere non ci sarà la solita folla oceanica di supporter e curiosi ma solo militari e poliziotti. Una scelta dovuta alle norme del distanziamento e alla paura dopo gli eventi del 6 gennaio, quando il popolo di Trump assaltò il Congresso.

IL RITO – Il rito del giuramento sarà così stravolto. Per motivi di sicurezza a Joe Biden è stato anche vietato di prendere il treno da casa sua a Wilmington (Delaware) fino a Washington come ha sempre fatto in mezzo secolo di carriera politica. Come da tradizione il futuro presidente ha dormito con la moglie alla Blair House, una residenza dell’800 vicina alla Casa Bianca.

IL GIURAMENTO – Il presidente eletto e la sua vice Kamala Harris saliranno sul palco eretto nell’ala Ovest del Campidoglio per giurare. Biden giura su una Bibbia che appartiene alla sua famiglia dal 1893, la stessa che ha usato durante i suoi giuramenti come senatore e vicepresidente. Harris giura su due Bibbie, una appartenente a Regina Shelton, la donna che in tenera età le faceva il doposcuola e insieme alla mamma l’ha iniziata ai diritti civili. L’altra apparteneva all’ex giudice della Corte Suprema Thurgood Marshall, il primo afroamericano.

I PRESENTI E GLI ASSENTI – Gli invitati saranno 1000 in tutto. La banda della marina “President’s Own United States Marine Band” suonerà musica tradizionale, mentre vengono annunciati i dignitari sul palco. Ci sarà il vicepresidente Mike Pence e gli ex presidenti Barack Obama, George W. Bush e Bill Clinton. Non ci sarà Jimmy Carter, che non lascia la sua casa in Georgia dall’inizio della pandemia. Manderà un messaggio di auguri. Sarà assente Donald Trump, sottoposto al secondo impeachment dalla Camera e già partito per la Florida poche ore prima. Non accadeva dall’Ottocento, questa plateale assenza di un presidente uscente al giuramento del successore.

DOPO IL GIURAMENTO – Dopo aver giurato non ci sarà la tradizionale e festosa parata (che sarà svolta virtualmente in streaming) ed è stato annullato anche il pranzo d’onore in Campidoglio con i membri del Congresso che si è sempre tenuto dal 1953. Stavolta l’incontro sarà limitato a uno scambio di doni tra presidente, vice e membri del Congresso. Biden e Harris, insieme alla First Lady Jill Biden e al First Gentleman Doug Emhoff, passeranno in rassegna i militari, ogni ramo presente. Successivamente Biden si recherà al memoriale in omaggio ai quasi 400mila americani morti per il Covid.

L’ARRIVO ALLA CASA BIANCA – Alle 15 (le 21 in Italia) i Biden verranno scortati alla Casa Bianca. Qui ci sarà la “Parade Across America”, lungo tutta Pensylvania Avenue, che conduce dal Campidoglio alla Casa Bianca, residenza del presidente.

LO SHOW DI TOM HANKS – Alle 8,30 di sera (le 2,30 in Italia) condotto dall’attore premio Oscar Tom Hanks, andrà in onda su molti network, da Abc a Cbs, Cnn, Nb, Msnbc, Pbs, compresi i canali conservatori Fox e NewsNow, in prima serata un programma di novanta minuti, “Celebrating America”, che presenterà i messaggi e i passaggi più importanti del presidente Biden e della vicepresidente Harris. Previste le partecipazioni, in remoto di Bruce Springsteen, Ant Clemons, Jon Bon Jovi, i Foo Fighters, Eva Longoria, John Legend, Kerry Washington, Demi Lovato e Justin Timberlake. Tra gli ospiti personaggi dello sport come l’icona del basket Nba Kareem Abdul-Jabbar, e Kim Ng, diventata il 13 novembre 2020 la prima donna general manager del baseball professionistico maschile, i Miami Marlins.