Il Governo Draghi si insedia e Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza, invoca un nuovo lockdown scatenando reazioni e polemiche.

“Serve subito un cambio di strategia. Per me è necessario un lockdown totale abbinando tracciamento e rafforzando la campagna vaccinale, prevedendo anche la chiusura delle scuole facendo salve le attività essenziali, ma di durata limitata”. Queste le parole di Ricciardi che più volte in passato ha suggerito misure più restrittive di quelle poi effettivamente varate dal ministro della Salute. Adesso ci riprova e spiega di volerne parlarne con Speranza in settimana.

“Bisogna farlo subito, perché la situazione epidemiologica è molto complicata con le nuove varianti che sono più contagiose e più letali. Se non cambiamo subito strategia saremmo sempre in questa situazione di apri e chiudi”, ha aggiunto Ricciardi secondo cui servirebbe un lockdown che duri “il tempo necessario per far tornare la situazione sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti. E si deve puntare a fare 250-300mila vaccini al giorno”.

Per Ricciardi – sentito dall’Ansa – “in questo momento le attività che comportino assembramenti non sono compatibili con il contrasto alla pandemia da Covid-19 in Italia ed gli impianti da sci rientrano in tali attività. Non andrebbero riaperti”.

LE REAZIONI – Parole che hanno scatenato la reazione di Giovanni Toti, governatore della Liguria. “Tutte le sante domeniche il super consulente del Ministero della Salute Ricciardi invoca un nuovo lockdown totale. Ogni domenica i cittadini e le imprese italiane si chiedono perché non sia possibile un lockdown ad personam per Ricciardi. Aiuto… Presidente Draghi…” scrive su Twitter.

Messaggio ribadito da Cambiamo!, il partito di Toti: “L’unica urgenza è che il ministro Speranza silenzi immediatamente il suo consigliere Ricciardi che contro il coronvairus ha solo una strategia, chiudere tutto senza pensare minimamente ai danni economici di un altro lockdown. Ci chiediamo quanto può fare il bene dell’Italia chi vede, come unica soluzione per sconfiggere il Covid, quella di paralizzare un intero Paese e la sua economia già stremata da chiusure inutili e a singhiozzo. Siamo contrari a un nuovo lockdown e non è continuando a fare questi proclami che generano sconforto tra i cittadini e le imprese che si può trovare una soluzione adeguata contro il virus”.

Dura anche la reazione di Matteo Salvini, leader della Lega, interpellato da Affaritaliani.it: “Non ho parole. Non se ne può più di “esperti” che parlano ai giornali, seminando paure e insicurezze, fregandosene di tutto e tutti. Confidiamo che con Draghi la situazione torni alla normalità”.