Gaetano Manfredi vince al primo turno le elezioni amministrative per il rinnovo del consiglio comunale di Napoli. Il candidato di Partito democratico, Movimento 5 Stelle e altre liste 11 liste a supporto, ottiene oltre il 63% dei voti. Triplicato il rivale più accredito, Catello Maresca (21,8%), che, stando a quanto appreso dal comitato elettorale dell’ex ministro e rettore delle Federico II, avrebbe già telefonato per congratularsi.

Intanto in attesa dei dati definitivi, le proiezioni su partiti e liste più votate vedono in vantaggio a Napoli il Partito Democratico (15,1%), davanti al Movimento 5 Stelle (12,8%). A colpire inoltre è il dato relativo alle altre liste di Gaetano Manfredi (13 in totale compresi i partiti) che si assestano per ora oltre il 29% (29,8%). Il dato da rimarcare, in attesa ovviamente dell’ufficialità finale, è il mancato obiettivo raggiunto, stando ai propositi della vigilia, del partito pentastellato.

Voglio portare il M5S al primo posto, come partito di assoluta maggioranza” aveva annunciato Giuseppe Conte, lo scorso giugno, in una della tante visite elettorali in città, dove spesso è stato accompagnato dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Il Movimento puntava a mantenere la leadership nella principale città del Sud Italia dove si registra un numero altissimo di percettori del reddito di cittadinanza (oltre 180mila nuclei familiari). Basti pensare che alle Europee del 2019 il dato del 5 Stelle a Napoli è stato del 39,86%.

AGGIORNAMENTO 21.30 – Con quasi il 40% di sezioni scrutinate i dem arrivano al 12,83%, in crescita rispetto alle amministrative di cinque anni fa (11,64%), ma con una percentuale quasi dimezzata rispetto alle Europee del 2019, quando ottennero il 23,29%. Al secondo posto, come nel 2016, si assesta il M5S con il 10,84%.

I DATI FINALI – I partiti più votati: le liste di Manfredi oscurano Pd e 5 Stelle

Nel centrodestra, dove sono state escluse dalla corsa la lista della Lega e le due liste principali di Catello Maresca, il primo partito resta Forza Italia (5,6%), seguito da Fratelli D’Italia (4,1%) che, stando a questi primi dati, non sfonda.

TRIONFA L’AFFLUENZA – Appena il 47,19% degli elettori di Napoli si è recato alle urne per votare il nuovo sindaco del capoluogo partenopeo. Una percentuale inferiore a quella delle elezioni del 2016: cinque anni fa l’affluenza raggiunse il 54,12% e si è votato soltanto in un giorno.

Napoletano doc (ma con origini australiane e sannnite), sono un aspirante giornalista: mi occupo principalmente di cronaca, sport e salute.