Un messaggio, l’ennesimo, di un Presidente che di un secondo mandato al Quirinale non ne vuole sapere, nonostante il suo nome circoli costantemente nel ‘Palazzo’. Sergio Mattarella ha incontrato questa mattina Papa Francesco nella Sala della Biblioteca del Palazzo apostolico vaticano, un incontro a porte chiuse durato circa 45 minuti.

Una visita di congedo quella del presidente della Repubblica, che è arrivato in Vaticano dopo le nove assieme alla figlia e alcuni dei suoi nipoti. Un vertice nel quale non saranno mancati gli auguri di Mattarella al pontefice, che domani compie 85 anni. Visita di commiato che non è un fatto usuale: l’ultima fu quella di Francesco Cossiga a Giovanni Paolo II il 27 aprile 1992.

Al termine dell’incontro, che ha visto presenti esclusivamente il Pontefice e il capo dello Stato, è seguito il consueto scambio dei doni.

Mattarella ha donato al pontefice argentino una stampa con la Veduta di Roma dal Quirinale e un volume sulla ‘Madonna del cucito’ di Guido Reni che si trova al Quirinale. Il Papa ha ricambiato con una pittura su ceramica raffigurante la Basilica di San Pietro vista dai Giardini Vaticani, quindi con i volumi dei documenti papali, il Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace per il 2022, il Documento sulla Fratellanza Umana firmato ad Abu Dhabi con il grande imam di Al-Azhar e il libro sulla Statio Orbis del 27 marzo 2020.

Il Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace per il 2022, che ricorrerà il primo gennaio, non è stato ancora pubblicato: si tratta quindi di una prima copia inedita donata da Papa Francesco a Mattarella.

Un rapporto, quello tra Mattarella e Borgoglio, da sempre cordiale e che ha mostrato nel tempo sintonia ma nel rispetto dei ruoli: il capo dello Stato ha partecipato a diversi appuntamenti pubblici presieduti dal Papa, in Vaticano come a Roma, mentre il Pontefice nel maggio 2017 visitò il Quirinale.

Romano di nascita ma trapiantato da sempre a Caserta, classe 1989. Appassionato di politica, sport e tecnologia