Per lo Special One si doveva fare qualcosa di grande. E così sarà. La Roma sta mettendo a punto i dettagli per la presentazione di Josè Mourinho. La data scelta è quella del 17 giugno: non una data normale ma l’anniversario dei 20 anni dall’ultimo scudetto giallorosso. La location sarà quelle che non si dimenticano facilmente: per entrare nella storia è stato scelto lo scenario delle Terme di Caracalla. Le rovine della Roma antica per far rinascere il futuro e la gloria della nuova Roma calcistica. Questa la sintesi del pensiero giallorosso targato Friedkin. Inizialmente si era pensato di organizzare l’evento – uno show in stile americano old style – al Circo Massimo ma la presenza del palco per la kermesse dell’Estate romana del Teatro dell’Opera ha reso impossibile l’operazione. Sul Colosseo la Sovrintendenza ha messo il veto da subito. Lo stadio Olimpico era occupato dalle gare dell’Europeo. E allora Dan Friedkin ha avuto l’idea: “Facciamolo a Caracalla”. E così si è messa in moto con il Campidoglio la macchina organizzativa. Gli spazi sono immensi e ci sarà la possibilità di far entrare i tifosi senza rischio assembramenti anche se, vista la mole del personaggio Mourinho, il numero di supporter potrebbe battere ogni record. Secondo fonti accreditate potrebbe anche esserci un annuncio bomba assieme alla presentazione dell’allenatore portoghese: si parla del nuovo progetto stadio che potrebbe esser ufficializzato proprio il 17 giugno ma c’è anche chi sogna l’annuncio di Cristiano Ronaldo. La febbre per Mou è già alle stelle e in città non si parla d’altro.

Sofia Unica