Era in una cesta, avvolto da una coperta e con il cordone ombelicale ancora attaccato. Piangeva disperato ed è così che dei passanti si sono accorti di lui, abbandonato in via Rametta a Catania. Subito sono stati allertati i soccorsi e sono intervenuti carabinieri del Nucleo radiomobile di Catania che lo hanno portato in ospedale. Le sue condizioni di salute sono considerate buone dai medici che lo hanno visitato.

La cesta era in una zona popolosa della città dietro un muretto diroccato. L’area è accessibile a chiunque. Militari dell’arma hanno scoperto il neonato che piangeva in una cesta con ancora il cordone ombelicale attaccato e avvolto in una coperta. Il piccolo è stato immediatamente accudito dai carabinieri che, dopo averlo avvolto in un’altra copertina pulita fornita da una residente della zona, lo hanno adagiato nella vettura in servizio in attesa dell’arrivo dei medici del 118.

Il neonato è stato quindi portato con un’ambulanza all’ospedale Garibaldi Nesima di Catania. I medici, dopo la prima visita, ne constatavano l’ottimo stato di salute e hanno disposto comunque, per precauzione, il ricovero nel reparto di Neonatologia dove rimarrà in osservazione. Indagini sono in corso per identificare la madre e l’autore dell’abbandono. Sul caso ha aperto un’inchiesta la Procura di Catania.

Laureata in Filosofia, classe 1990, è appassionata di politica e tecnologia. È innamorata di Napoli di cui cerca di raccontare le mille sfaccettature, raccontando le storie delle persone, cercando di rimanere distante dagli stereotipi.