Matteo Salvini torna a parlare di un suo tema ‘forte’, l’immigrazione, ma questa volta messo di fronte a chi può rispondere senza i suoi soliti slogan, incappa in una figuraccia diventa virale. Il leader della Lega oggi pomeriggio era ospita di “Mezz’ora in più” da Lucia Annunziata, mentre in collegamento c’era Aboubakar Soumahoro, italo-ivoriano e sindacalista del Coordinamento Lavoratori agricoli Usb.

Al centro dell’intervento dell’ex ministro dell’Interno c’era ovviamente la proposta avanzata dal ministro Teresa Bellanova di regolarizzare una parte dei braccianti agricoli irregolari, idea attualmente sul tavolo dell’esecutivo. Pur dicendosi disponibile alla prorogare dei permessi di lavoro dei braccianti diventati irregolari, Salvini ha espresso un chiaro no a una regolarizzazione generale spiegando che “se continuiamo a regolarizzare migranti irregolari, abbiamo schiavi” e una sanatoria di massa “porta altro sfruttamento”. La realtà è l’opposta: una persona irregolare sul suolo italiano per lo Stato non esiste: non solo non paga le tasse, ma non può accedere a cure sanitarie e non può trovare un lavoro regolare. Non solo, gli irregolari sono da sempre uno dei ‘bacini’ più importanti per la criminalità per trovare manovalanza.

Nel corso della trasmissione Aboubakar Soumahoro aveva annunciato che, in caso di mancata regolarizzazione, gli agricoltori irregolari avrebbero scioperato. Salvini, dal canto suo, aveva risposto: “Ora scioperano i clandestini? Ma in che Paese viviamo… Io prima penso agli italiani e ai tanti immigrati regolari che hanno perso il lavoro e vivono grandi difficoltà”.

Ma la parte del confronto più ‘virale’ è stata quella sul lavoro nei campi. Dal sindacalista è infatti arrivato un invito provocatorio al leader del Carroccio: “Le faccio un invito: metta gli stivali e venga nei campi insieme a noi. Bisogna salvare le vite dal Coronavirus. Poi parliamo di capolarato, che noi combattiamo stando qui sul campo”, ha detto Soumahoro rivolto ad un attonito Salvini.