Grande partecipazione ieri alla processione con la statua della Madonna per le vie del rione di Testaccio. Grazie alla Confraternita di Santa Maria Liberatrice e all’autorizzazione concessa, si è potuto organizzare l’evento che ha visto la partecipazione di tantissima gente: bambini e anziani uniti a salutare il passaggio della Madonna. Una ricorrenza sentita fortemente dal rione. E quest’anno il senso di appartenenza e la voglia di tornare alla normalità dopo il Covid ha alimentato fede e passione, portando in strada centinaia di romani. Alle 17 si è avviata la processione che si è snodata per quasi un’ora e mezzo per le strade del rione: tutto il perimetro è stato coperto dal passaggio della Vergine. Notevole il servizio di controllo per il rispetto delle distanze e le norme anticovid. I testaccini hanno partecipato attivamente salutando la processione anche dalle finestre e dai balconi delle proprie case, oltre che dai bordi delle strade. Tra canti e preghiere si è giunti poi sul sagrato della chiesa di Santa Maria Liberatrice per la tradizionale “alzata” al grido ripetuto di “Evviva Maria!”. A seguire si è celebrata la Messa solenne in chiesa con la partecipazione di tutta la comunità salesiana e di numerosi fedeli. Verso le 22 lo spettacolo pirotecnico ha concluso una bellissima giornata di festa popolare e di intensa spiritualità. Il parroco,  Don Maurizio Spreafico, ha voluto ringraziare in particolare la Confraternita dei Portatori che, con un lavoro di squadra e un organizzazione curata nei minimi dettagli, ha reso speciale l’evento ancora più speciale.

Sofia Unica