Dopo mesi di silenzio dall’annuncio della rottura del matrimonio tra Francesco Totti e Ilary Blasy, l’ex capitano della Roma ha deciso di rompere il silenzio. E raccontare la sua versione dei fatti. Non ci sta a figurare come il “traditore” e al Corriere della Sera ha raccontato in esclusiva la sua verità. “Non sono stato io a tradire per primo. Poi tornerò a tacere. Qualunque cosa mi sarà replicata, starò zitto. Perché la mia priorità è tutelare i miei figli”, ha detto.

Totti si è detto molto addolorato per la vicenda che non è solo gossip. “Questa storia per me è carne e sangue. C’è di mezzo la mia vita. Ci sono di mezzo tre persone che amo più di me stesso: i miei figli, che voglio proteggere in ogni modo. E c’è un amore durato vent’anni. Tutto mi sarei aspettato, tranne che finisse così”. Ha spiegato che all’inizio aveva deciso di rimanere in silenzio, ma poi ha letto “troppe sciocchezze, troppe bufale. Alcune hanno anche fatto soffrire i miei figli. Ora basta”.

L’ex calciatore ha raccontato al Corriere che la crisi è iniziata nel 2016 quando ha iniziato il suo ultimo anno sul campo da calcio. Per Totti emotivamente un anno molto difficile dopo una carriera in serie A iniziata a 16 anni. Poi lasciò anche la Roma. “La rottura con la vecchia proprietà fu traumatica: come dover abbandonare la propria casa. Ero fragile, mi mancavano i riferimenti, e Ilary non ha capito l’importanza di questo dolore. Poi è arrivato il 12 ottobre 2020”.

Quello fu il giorno più triste per Totti che perse il padre che aveva contratto il Covid. “E io l’ho visto l’ultima volta il 26 agosto. Sapevo che stava male, e non potevo fargli visita. Papà mio per me c’era sempre, non perdeva una trasferta. A me non faceva mai un complimento, ma con gli altri era fierissimo: Francesco è il numero uno, diceva. Poi ho preso il Covid pure io, in forma violenta: 25 giorni chiuso in casa, stavo per finire in ospedale. Insomma, per me è stato un periodo tremendo. Per fortuna c’erano i figli. Finalmente ho potuto stare più tempo con Cristian, Chanel e Isabel. Mia moglie invece, quando avevo più bisogno di lei, non c’è stata. Nella primavera del 2021 siamo andati in crisi definitivamente. L’ultimo anno è stato duro. Non c’era più dialogo, non c’era più niente”.

Ma della rottura Totti non dà solo la colpa a Ilary: “Quando si rompe, si rompe in due: 50 e 50. Avrei dovuto stare di più con lei, da solo. Invece nel week end organizzavo con gli amici. C’era anche Ilary; ma avrei dovuto portarla a cena, dedicarle più attenzioni”. E rispedisce al mittente le accuse di avere già in quel periodo una storia con Noemi Bocchi, fotografata allo stadio seduta vicino a lui il 4 dicembre 2021. Il calciatore ha spiegato che all’epoca erano solo amici, allo stadio non erano nemmeno andati insieme. “La nostra storia è iniziata dopo Capodanno. E si è consolidata nel marzo 2022. Ripeto: non sono stato io a tradire per primo”. Totti spiega cosa è successo: “A settembre dell’anno scorso sono cominciate ad arrivarmi le voci: guarda che Ilary ha un altro. Anzi, più di uno”. E ancora: “Mi pareva impossibile. Invece ho trovato i messaggi”. L’ex calciatore sottolinea che il 20 anni di matrimonio non aveva mai spiato il cellulare della moglie.

Trovando conferma di quelle voci malevole è iniziata la sua sofferenza in silenzio sempre per proteggere i suoi figli e forse sperando anche un po’ che non fosse niente vero. “Sono girate voci in passato. Su di lei e su di me. Ma erano appunto voci. Qui c’erano le prove. I fatti. E questo mi ha gettato in depressione. Non riuscivo più a dormire. Facevo finta di niente ma non ero più io, ero un’altra persona. Ne sono uscito grazie a Noemi”, ha detto.

Successivamente hanno anche provato a ricucire il rapporto “ma non fino in fondo. Nessuno ha voluto tentare qualcosa di più”. Poi la rottura mesi dopo e i due comunicati divisi. “Avrei preferito un comunicato solo, firmato da tutte e due, per dire che avevamo provato a superare le difficoltà ma non ci eravamo riusciti. Ilary non ha voluto: perché era andata in tv a negare, ad assicurare che andava tutto bene; e non poteva rimangiarselo. Così ha scritto il suo comunicato, per sostenere che lei aveva fatto qualcosa per salvare il rapporto, e io no”.

Poi Ilary è partita per la Tanzania con i figli, per una lunga vacanza “pagata da me”, dice Totti. “Con suo padre è andata a svuotare le cassette di sicurezza, e mi ha portato via la mia collezione di orologi. Non ha lasciato neanche le garanzie, neanche le scatole”. “Ci sono alcuni Rolex di grande valore. Sostiene che glieli ho regalati; ma se sono orologi da uomo… Mi rifiuto di pensare che sia questione di soldi. Semmai, è un dispetto”. E lui in risposta gliene ha fatta un’altra: “Le ho nascosto le borse, sperando in uno scambio.Ma non c’è stato verso”. Dopo lo sfogo Totti dici di voler tacere e di sperare in un accordo per chiudere la faccenda nel modo meno doloroso possibile.

Redazione