“Gli Stati Uniti d’America designeranno Antifa come organizzazione terroristica”. E’ quanto annuncia su Twitter il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Le parole del presidente USa arrivano dopo le dichiarazioni rilasciate questa mattina a “Fox” dal segretario di stato Mike Pompeo, secondo cui le violenze registrate nelle proteste in corso nel paese sarebbero legate alla scena della sinistra radicale.

“Resta ancora da vedere esattamente come le proteste pacifiche da parte di persone chiaramente rattristate e frustrate dal comportamento della polizia contro George Floyd siano diventate violente (…). Non so esattamente come si sia arrivati a questo punto, ma abbiamo già visto questo schema prima, con outsider che si infiltrano”, ha detto Pompeo, parlando di un legame con le “proteste violente Antifa”.

L’Antifa che è l’acronimo di Antifaschistische Aktion, Antifascistische Aktie o Antifascistisk Aktion (rispettivamente in tedesco, olandese e svedese, “azione antifascista”) è un collettivo antifascista internazionale di estrema sinistra e una rete spontanea e transpartitica di militanti solitamente extraparlamentari, attivisti e simpatizzanti indipendenti; è principalmente di ispirazione comunista, anarchica e socialista libertaria e il suo obiettivo è quello di opporsi ad ogni possibile nuova ascesa dell’estrema destra.

Antifa è presente a livello organizzato in Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Svezia, Danimarca, Grecia e a livello informale in altri paesi, tra cui l’Italia, la Francia, gli Stati Uniti e Israele (dove assume spesso connotati antisionisti e pro-cooperazione arabo-israeliana, e fermamente contrari ad ogni forma di antisemitismo).

I media “stanno facendo tutto ciò che è in loro potere per fomentare l’odio e l’anarchia. Fintanto che tutti capiranno cosa stanno facendo, che si tratta di notizie false e persone veramente cattive con un’agenda malata, possiamo facilmente lavorare attraverso di loro alla grandezza!”. Così su Twitter il presidente Usa Donald Trump.